100,000 firme per salvare le sorelle indiane che verranno punite con lo stupro

100,000 firme contro lo stupro comminato per due sorelle indiane per le colpe del fratello

Più di 100.000 persone hanno già firmato una petizione, indetta da Amnesty international, che condanna una sentenza la quale prescrive che due sorelle in India saranno violentate come punizione per ciò che ha commesso il fratello.

Il consiglio del villaggio nel distretto di Baghpat, tutto maschile, ha ordinato che Meenakshi Kumari di 23 anni e sua sorella minore di 15 anni dovranno essere stuprate, perché il loro fratello è fuggito con una donna sposata appartenente da una casta superiore.

Il Consiglio ha decretato che la condanna consiste in una sorta di occhio per occhio e dente per “vendicare la vergogna” attirata dalle azioni del fratello.

Un portavoce di Amnesty International ha detto: “consigli di villaggio non eletti come questo sono diffusi in alcune parti dell’India. Il più delle volte composti da uomini anziani provenienti dalle caste dominanti, che prescrivono regole per il comportamento sociale e l’interazione nei villaggi”.

Il caso ha provocato l’indignazione internazionale, con figure di alto profilo tra cui l’ex chitarrista dei Queen Brian May, che invita i suoi concittadini a firmare la petizione.

Il chitarristo ha scritto sul suo Twitter: “Incredibile. Come possiamo combattere la montagna del male nel nostro mondo? Passo dopo passo, pietra dopo pietra, giorno per giorno”.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*