Si risvegliano dopo anni di coma: l’incredibile vicenda di 4 pazienti

in News by
Segui controcopertina.com

Due donne e due uomini che si trovavano in stato vegetativo da anni improvvisamente hanno riaperto gli occhi. Per i familiari, che commossi hanno potuto riabbracciare i lori cari, si è trattato di una sorta di miracolo. E accaduto a quattro pazienti del Centro Vada Sabatia”. Così a Il Secolo XIX ha racconatato il coordinatore dei fisioterapisti, Gianfranco Bruzzone, che lavora con il fisiatra Roberto Sergi: “Il risveglio di uno dei pazienti è stato indimenticabile. Stavamo facendo la seduta quotidiana quando ho visto che muoveva gli occhi. Allora ho iniziato a sollecitarlo, capivo che voleva parlarmi e l’ho invitato in modo insistente a dirmi quello che voleva. Alla fine si è come liberato da un blocco e mi ha mandato a quel paese. È stato un momento di grande euforia. Per lui ma anche per me.

Leggi Anche  "Nel suo retto..", ha la diarrea e mal di pancia. La verità lascia sotto shock

Ci trovavamo nella sala di “stimolazione polisensorialedove lavoriamo con loro proponendo luci diverse e musica, anche facendo assaggiare i piatti preferiti. Un paziente, ad esempio, adorava il “tiramisù” e farglielo assaggiare è stato molto utile. Alcuni qui possono anche iniziare a scrivere e disegnare”. Un caso per certi versi analogo qualche anno fa ha riguardato Giorgio Grena, un ragazzo di appena 27 anni, di Foresto Sparso, che nel 2010 rimane vittima di un terribile incidente sull’autostrada A4 tra Seriate e Bergamo. I medici ne accertano lo stato vegetativo ma la famiglia, e in particolare la madre non ha mai perso la speranza che il figlio potesse riacquistare coscienza. I genitori decidono di portarlo a casa affinché fosse circondato dall’affetto familiare anche se non poteva interagire con loro.

Leggi Anche  Compie 17 anni e di colpo ingrassa 11 chili, la ragione è scioccante

Per i medici più che di risveglio dal coma è più corretto parlare di un miglioramento per certi versi inatteso dopo 5 anni. Ma forse questo è uno di quei casi in cui l’amore materno ne sa di più della scienza medica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.