Abruzzo, muore d’infarto lo speleologo dei soccorsi di Rigopiano: sotto shock il Corpo nazionale soccorsi

0

Tutto il corpo nazionale di Soccorso alpino e speleologico Abruzzo piangono un altro eroe dell’emergenza neve che ha sconvolto purtroppo il Centro Italia nelle scorse settimane. Nella giornata di ieri è morto Andrea Pietrolungo, soccorritore 39enne il quale sembra essere stato stroncato da un infarto nella sua casa di Pianella; nei giorni scorsi Andrea era stato nelle zone terremotate ed aveva anche condotto le operazioni di salvataggio nell’entroterra di Teramo, prestando soccorso ai tanti residenti dei paesini rimasti completamente isolati dalla neve. Andrea Pietrolungo è morto nella mattinata di di martedì 31 gennaio, come già anticipato, molto probabilmente colpito da un infarto fulminante; Pietrolungo era direttore della scuola regionale Speleologica e come già anticipato era stato lui a guidare e coordinare gli elicotteri dei soccorsi durante tutta l’intera emergenza neve che a gennaio ha piegato completamente l’Abruzzo.

Andrea è morto alle ore 6 del mattino della sua abitazione ed una volta lanciato l’allarme i soccorsi sono giunti in pochissimi minuti, ma purtroppo una volta arrivati lì non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Capostazione forre Abruzzo, direttore della Scuola Regionale Speleo, istruttore regionale speleo, tecnico di soccorso in forra, Pietrolungo ha partecipato a innumerevoli esplorazioni, tra cui quelle condotte nella grotta in quota dei Tre Portoni, sulla Majella. Sembra che Pietrolungo avesse avvertito dei dolori ossei e pensava ad una semplice e banale influenza o alla stanchezza per le settimane terribili appena trascorse ed invece poco dopo le ore 6 di martedì lo ha stroncato un attacco di cuore. Secondo quanto riferito nella giornata di ieri, sembra che i medici abbiano ritenuto superflua la ricognizione autoptica lasciando la salma ai familiari ed i funerali sono stati già celebrati nella giornata di ieri, mercoledì 1 febbraio alle ore 15 nella Chiesa mare di Pianella, in provincia di Pescara.La notizia è stata accolta con grande stupore ed anche incredulità da tutti quelli che lo conoscevano e da tutti i colleghi dell’ambiente del soccorso alpino abruzzese.

Il Corpo, nel ricordare il caro amico Andrea, si stringe commosso attorno al dolore della sua famiglia” hanno scritto dal Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico. “Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo esprime profondo rammarico e commozione per la prematura scomparsa del tecnico speleo Andrea Pietrolungo. Capostazione forre Abruzzo, direttore della Scuola Regionale Speleo, istruttore regionale speleo, tecnico di soccorso in forra, Pietrolungo ha partecipato a innumerevoli esplorazioni, tra cui quelle condotte nella grotta in quota dei Tre Portoni, sulla Majella.E’ stato inoltre pioniere dell’esplorazione nell’ultima grotta scoperta a Roccamorice, quella Della Lupa, e ha partecipato a ben due spedizioni in Georgia in cui sono state aperte numerose nuove forre. Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, nel ricordare il caro amico Andrea, si stringe commosso attorno al dolore della sua famiglia”, è questo quanto si legge in un comunicato diffuso nella giornata di martedì.

loading...
loading...
SHARE