Addio 118: il numero unico delle emergenze è il 112

Il 118 lascia il posto al 112. Con il via libera del Senato alla riforma della Pubblica Amministrazione, cambiano anche i numeri di telefono dedicati alle emergenze dei cittadini. Tra le novità della riforma fortemente voluta dal governo Renzi, c’è l’addio al 118, il numero che fino ad oggi abbiamo composto per chiamare un’ambulanza. Aboliti anche il 113 e il 115.

Sarà il 112 il nuovo numero unico per le emergenze, che sostituisce le cifre fin qui utilizzate dagli italiani. Una piccola rivoluzione, che viene spiegata ad Adnkronos, da Francesco Bermano, presidente della Sis 118, Società italiana sistema 118:

Da qualche anno si sta lavorando al numero unico 112 come ha fatto la Lombardia. È una semplificazione corretta, ma ci siamo arrivati con un ritardo enorme e sarà difficile cambiare la confidenza raggiunta dagli italiani con il 118.

Gli italiani, dunque, avranno a che fare con un solo numero, al quale poi dovranno specificare il tipo di emergenza che intendono denunciare. Prima di far partire la rivoluzione dei numeri, però, essendo la riforma della PA una legge delega, serviranno i decreti attuativi: dovrebbero servire ancora alcuni mesi, insomma, prima di vedere attivo il nuovo numero.

Ad oggi non siamo ancora pronti – prosegue Bermano – Il 118 è uno dei numeri che tutti conoscono. Occorrerà anche dare il via a tutti i disciplinari tra i vari servizi che verranno coinvolti, oltre a formare il personale che dovrà rispondere al telefono o stilare le domande di tipo sanitario da rivolgere a chi chiama.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *