Adele, intervistata da Rolling stone senza veli:”il mio unico capo è mio figlio”

Dopo una pausa di quasi tre anni, Adele è tornata sulla scena musicale con il singolo “Ciao”, primo estratto dal suo nuovo album 25 che ha subito infranto innumerevoli record di vendita e download. Con l’album che uscirà a poche settimane di distanza (previsto per il 20 novembre), Adele appare sulla copertina di Rolling Stone, con i capelli bagnati, senza trucco e un aspetto quanto mai al naturale. La copertina svela l’intervista sulla vita privata di Adele, i suoi pensieri di maternità, la carriera e il femminismo. La cantante appare al naturale nelle domande che le sono state poste. Ecco un sunto dell’intervista.

Sulla notorietà:
La gente pensa che io odio essere famosa. Io penso sia tossico. Guardare il deterioramento di Amy Winehouse è una delle cose che più mi spaventa.
adele


Adele sul suo fidanzato, Simon Konecki: “Lui mi supporta sempre, è davvero una persona magnifica. Mi sostiene in quello che faccio, il mio ultimo ragazzo era a disagio con tutto il successo che avevo, e il fatto che doveva condividermi con altra gente.”

Sul matrimonio: “Non ci siamo lasciati, Non ci siamo mai separati, siamo sempre stati insieme solo che non abbiamo mai sentito il bisogno di sposarci. Abbiamo un bambino insieme e penso che sia una impegno abbastanza grande.”

Sul concetto di team:“Ho sentito parlare di squadra. Io vorrei che la mia squadra fosse composta interamente da supermodel, almeno nella nostra testa. Rihanna potrebbe essere nel mio team. Sarebbe davvero fantastica. Io l’amo. “

Sulla pressione del successo ottenuto con 21: “Mi sentivo come se avessi perso il controllo della mia vita a un certo punto. Più grande diventa la tua carriera, più piccola diventa la tua vita”.

Sulla sua gravidanza: “Tutti i miei progetti si sono basati su questo. Ma penso che la gravidanza sia venuta con un tempismo perfetto. Forse ho sembrava il momento più strano per avere un bambino, ma stavo iniziando ad aver paura di tutto”.

Su suo figlio, Angelo: “Quando l’ho messo al mondo, tutto mi è sembrato al suo posto, e ho sono stata grata di questo miracolo. Le cose che più amo di me lui riesce a farle emergere. Lui è l’unica persona che mi dice “no”. Mi comanda su tutto, è il mio capo, ed è così divertente per gli altri da vedere, perché io sono sempre il capo nella mia vita lavorativa.”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *