Home » Economia & Caste » Al via i saldi in tutta Italia: ma molti italiani rimarranno a casa

Al via i saldi in tutta Italia: ma molti italiani rimarranno a casa

saldiLa stagione dei saldi è già partita in alcune regioni. Oggi però si estenderà a quasi tutte le regioni. Dopo le abbuffate alimentari natalizie (manca solo la Befana!) per gli italiani è tempo di compiere delle (ardue) scelte. C’è chi guarda ai saldi come occasione necessaria per rifarsi il guardaroba, ma sempre con un occhio attento al portafoglio, c’è chi si dedica alle spese pazze (approfittando anche degli sconti) e c’è chi dei saldi non sa che farsene.

Sta di fatto che sei italiani su dieci hanno aspettato l’inizio dei saldi per fare acquisti a prezzi ribassati. Secondo uno studio della Confcommercio il 60,5% dei consumatori comprerà durante i saldi registrando però un calo dell’8% sul 2012. Secondo la stima dei commercianti saranno in calo le vendite di calzature, accessori, biancheria intima e per la casa mentre dovrebbero reggere i capi di abbigliamento. Il 68,7% dei consumatori spenderà meno di 200 euro.

A preoccupare di più gli italiani in questo momento sono due fattori: una pressione fiscale esorbitante e un’inflazione che non indietreggia. Nella media del 2012 il rincaro del cosiddetto carrello della spesa, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (da cibo a carburanti), è del 4,3%, un rialzo superiore a quanto segnato nel 2011 (3,5%). Lo rileva l’Istat nelle stime. Si tratta del valore medio annuo più alto dal 2008.

Il tasso d’inflazione medio annuo per il 2012 è pari al 3,0%, in accelerazione rispetto al 2,8% del 2011. Lo comunica l’Istat in base alle stime preliminari. Si tratta del valore medio annuo più alto dal 2008. A dicembre il tasso d’inflazione annuo ha registrato un nuovo, anche se lieve, rallentamento, fermandosi al 2,4%, dal 2,5% di novembre e così tornando al livello di febbraio 2011. Su base mensile, invece, i prezzi salgono dello 0,3%.

Segnali positivi arrivano però dal settore carburanti. A dicembre, rispetto a novembre, i prezzi di quasi tutti i carburanti sono risultati in calo. In particolare, la benzina ha registrato un calo dell’1,1% e il gasolio per mezzi di trasporto dello 0,6%. Inoltre, secondo le stime preliminari dell’Istat, su base annua il rincaro della verde frena all’8,0% (dall’11,3% di novembre) e quello del gasolio al 7,1%% (dal 13,9% di novembre).

Fonte: Leggo.it

Loading...

Altre Storie

Censura crocifisso dai prodotti e li cancella. Attivisti di fronte alla Lidl alzano crocifisso di tre metri

In Ungheria, un gruppo di attivisti ha eretto una grande croce proprio di fronte alla Lidl . …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *