Home » Cronaca & Calamità » Alberto Casillas, il barista eroe di Madrid che si è opposto alla polizia
Alberto Casillas, il barista eroe

Alberto Casillas, il barista eroe di Madrid che si è opposto alla polizia

Alberto Casillas, il barista eroe

Ci sono due, tre foto che da un giorno stanno letteralmente facendo il giro del web. Il protagonista è un uomo vestito di bianco, davanti alla porta di un bar. Difende decine di ragazzi reduci dalle manifestazioni di Madrid e rimprovera un poliziotto che vorrebbe stanarli.

Alberto Casillas – Così si chiama l’ormai famoso barista, che è stato subito ribattezzato “eroe” sulla Rete. E a ragione, visto che per difendere gli indignados, ha rischiato a sua volta di essere malmenato. I suoi gesti, la sua voce, la sua rabbia, però, non sono stati vani.

Il signor Casillas, che lavora nella Cafeterìa Prado, ha spiegato ai giornali spagnoli che “ho impedito agli agenti di entrare nel locale perché altrimenti sarebbe stato un massacro”. Quanti avrebbero avuto il coraggio e la lucidità mostrati da quest’uomo? Alberto Casillas, comunque vada, resterà un simbolo. L’idea che un’altra umanità è possibile, che la violenza non deve vincere per forza.

Intanto a Madrid la protesta continua – Decine di migliaia di persone anche oggi sono in piazza nella capitale spagnola. Chiedono che il Parlamento se ne vada a casa, perché ha fallito. Il paese sta vivendo una crisi economica spaventosa. La situazione non è poi così diversa da quella greca. Il governo di centrodestra di Mariano Rajoy, che ha preso il posto di Zapatero, sta eseguendo le durissime direttive dell’Unione Europa, aumentando le imposte, alzando l’età della pensione e tagliando gli stipendi degli statali. Il risultato è che la disoccupazione è a livelli record, molto superiore anche a quella italiana. Le prospettive per il futuro restano molto negative, eppure l’esecutivo non cambia rotta. “Delinquenti”, “democrazia”, “libertà”, urlano i manifestanti, molti dei quali sono stati feriti (64) e arrestati dalla polizia (28). Va considerato che in Spagna gli stipendi dei deputati sono assai più bassi di quelli italiani e anche la corruzione è molto meno diffusa.

Loading...

Altre Storie

Cina shock: primo trapianto di testa su un cadavere, è russo il primo volontario vivente

Sarà il neurochirurgo italiano Sergio Canavero ad effettuare quest’intervento senza precedenti. Il dottor Canavero metterà …

2 comments

  1. Piccolo Scrivano Malandrino

    “C’è un Uomo, a Madrid !”
    Un esempio per tutti noi.
    Finalmente !
    C’è ancora Dignità, in Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *