Home » Politica & Feudalesimo » Altra rogna per Renzi: il vice ministro Nencini è stato condannato dall’UE per spese pazze

Altra rogna per Renzi: il vice ministro Nencini è stato condannato dall’UE per spese pazze

riccardo_nencini_condannatoDimessosi da sottosegretario Antonio Gentile, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha ancora diverse grane da risolvere per convincere gli italiani che egli sia realmente il nuovo che avanza. C’è il caso di Francesa Barracciu, indagata in Sardegna per spese pazze e non candidata alle regionali proprio per l’indagine in corso, ma stranamente nominabile a sottosegretario… Ma c’è anche il caso di Riccardo Nencini, fresco di nomina a Vice-Ministro dei Trasporti, condannato il 4 giugno del 2013 dal Tribunale della Corte di giustizia della Unione Europea a restituire al Parlamento europeo la somma di 455.903,04 Euro di spese di viaggio e di assistenza di segreteria indebitamente accreditate durante il mandato di eurodeputato dal 1994 al 1999.

Segretario Nazionale del Partito Socialista Italiano dal 2008 ed Assessore al Bilancio ed ai Rapporti Istituzionali della Toscana dal 2010 al 2013, Nencini è stato deputato nella XI Legislatura, ma anche eurodeputato: la condanna è giunta in seguito ad un’indagine dell’Olaf, ovvero l’Ufficio anti-frode dell’Unione europea, che ha riscontrato spese di segreteria ed assistenza fatturate a beneficiari non dichiarati, oltre che spese di viaggio non in regola con le norme del Parlamento europeo. Nencini è stato pertanto condannato a restituire un’ingente somma e anche al pagamento delle spese processuali di una delle due cause di annullamento dell’addebito.

Fonte: Tzetze

Loading...

Altre Storie

Influenza shock: è allarme in Europa, in arrivo virus del “vomito e diarrea”

Mentre le temperature precipitano, i funzionari delle istituzioni sanitari britanniche lanciano l’allerta sostenendo che quest’anno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *