Home » Tecnologia e Diavolerie » Amazon investimento di 150 milioni vicino Rieti nel Lazio: arrivano 1.200 posti di lavoro

Amazon investimento di 150 milioni vicino Rieti nel Lazio: arrivano 1.200 posti di lavoro

Amazon avvierà la realizzazione di un nuovo centro di distribuzione a Passo Corese, frazione del Comune di Fara in Sabina a 30 km da Roma, «per soddisfare la crescita della domanda in Italia». L’investimento, del valore di 150 milioni, è stato annunciato da un comunicato della società questa mattina. Proprio oggi il fondatore e Ad di Amazon, Jeff Bezos, sarà a pranzo con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a Firenze. Il nuovo polo logistico, che sarà il secondo centro di distribuzione di Amazon nel Paese, inizierà l’attività nell’autunno del 2017. Amazon – annuncia la nota della società – investirà 150 milioni di euro nella nuova unità operativa da 60.000 mq, «dando un impulso anche allo sviluppo dell’economia locale». L’azienda ha in programma di creare fino a 1.200 nuovi posti di lavoro entro tre anni dall’avvio delle attività.

A partire dall’avvio delle sue attività in Italia nel 2010, si legge ancora nella nota, Amazon ha investito più di 450 milioni. «Negli ultimi cinque anni abbiamo creato più di mille nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato nel nostro centro di distribuzione attivo a Castel San Giovanni e oggi siamo lieti di annunciare che ne impiegheremo altri 1.200 nel nuovo polo di Passo Corese nei prossimi tre anni», dichiara Roy Perticucci, Amazon Vice-President Operations Europe. «Questa nuova unità operativa – prosegue Perticucci – sarà integrata nel network di Amazon che conta ventinove centri di distribuzione in sette Paesi europei, che ci permettono di rispondere alla crescita della domanda e di mantenere le nostre promesse di consegne veloci e affidabili ai clienti in Italia. Sono convinto che da questo investimento trarrà vantaggio anche l’economia locale, con nuovi posti di lavoro e nuove opportunità per le imprese di collaborare con uno dei più avanzati network logistici al mondo, che raggiunge milioni di clienti in tutta Europa2. Davide Basilicata, sindaco di Fara in Sabina, citato da Amazon nella sua nota, dichiara: «Siamo felici ed orgogliosi di questa notizia, che ripaga il lavoro della nostra amministrazione e quello di tutti i soggetti pubblici e privati che si sono impegnati per la realizzazione di questo progetto che oggi finalmente è divenuto realtà. Per Fara in Sabina e per il nostro territorio questo è un risultato decisivo per il rilancio economico e occupazionale che questa straordinaria occasione produrrà. Da oggi questo diventerà uno degli hub logistici più significativi d’Italia e tra i più strategici del centro-sud».

Amazon ha anche annunciato l’apertura, entro il 2016, di un centro di sviluppo per l’intelligenza artificiale a Torino.

Zingaretti: «Lazio protagonista vince le sfide dello sviluppo». «Amazon sceglie Passo Corese, in provincia di Rieti, a 30km da Roma, per aprire il suo nuovo centro di distribuzione in Itala. Previsti 1200 nuovi posti di lavoro. L’impegno della Regione per lo sviluppo segna un altro risultato. Nei prossimi giorni firmiamo il protocollo per sostenere ed essere vicini a questa grande impresa che investe sul nostro territorio. Questa è la Regione Lazio che stiamo costruendo insieme: protagonista e competitiva che vince le sfide dello sviluppo e del lavoro per le persone». Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

AMAZON POLO LOGISTICO FARA IN SABINA

E’ l’azienda americana stessa ad aver ufficializzato l’apertura del nuovo polo logistico di Rieti, grazie ad investimenti per 150 milioni di Euro. Il nuovo Centro Distribuzione Amazon di Rieti aprirà entro l’autunno 2017 e si troverà a Passo Corese, nel Comune di Fara in Sabina, su una superficie di 60mila metri quadri. Si tratta di una posizione strategica poiché distante solo 30 km da Roma.

L’aspetto più interessante riguarda le ricadute sull’occupazione della zona: il centro Amazon darà lavoro a ben 1200 persone, che l’azienda assumerà nei prossimi 3 anni. Tali posti di lavoro si aggiungeranno quindi ai mille a tempo indeterminato creati dall’azienda negli ultimi 5 anni presso il centro distributivo piacentino di Castel San Giovanni.

FIGURE IMPIEGATE

Il nuovo centro Amazon Rieti impiegherà principalmente figure legate alla logistica, quindi magazzinieri, addetti e impiegati, con opportunità dedicate sia a profili esperti che a giovani senza esperienza da inserire in apprendistato o in stage.

L’AZIENDA

Amazon è una società americana, con sede a Seattle, leader nel settore e-commerce. L’azienda vende online articoli di vario genere, come DVD, CD musicali, software, videogiochi, prodotti elettronici, abbigliamento, mobilia, cibo, giocattoli e, da poco tempo anche generi alimentari. Fondata nel 1995, l’’azienda vanta la propria presenza diretta dall’America al Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Giappone, Canada e Cina, mentre in Italia è presente con le sedi e i centri distributivi di Milano, Cagliari e Castel San Giovanni (Piacenza).

CANDIDARSI IN AMAZON

Tutti gli interessati alle future assunzioni presso il nuovo Polo Distributivo Amazon possono visitare la pagina dedicata alle posizioni aperte del Gruppo, da cui visionare le figure ricercate ed inviare il proprio curriculum vitae.

1200 posti di lavoro

Dopo i mille posti di lavoro offerti dal primo maxi centro Amazon italiano, quello aperto nel 2011 a Castel san Giovanni in provincia di Piacenza, oggi l’azienda annuncia altri 1200 opportunità nei prossimi tre anni. «Questa nuova unità operativa – ha dichiarato ha dichiarato Roy Perticucci, Amazon Vice-President Operations Europe– sarà integrata nel network di Amazon che conta ventinove Centri di Distribuzione in sette Paesi europei, che ci permettono di rispondere alla crescita della domanda e di mantenere le nostre promesse di consegne veloci e affidabili ai clienti in Italia». Un’Italia che, nonostante resti fanalino di coda nell’Unione per l’uso di Internet, con meno di metà degli abitanti raggiunti dalla banda ultra larga, ha visto una crescita esponenziale dello shopping online raddoppiato dal 2011 alla fine di quest’anno. Le transazioni digitali stimate toccheranno i 19 miliardi di euro a fine 2016, secondo l’associazione nazionale di ecommerce Netcomm.

Il centro Ricerca e sviluppo a Torino

Non solo Roma: Amazon ha annunciato anche di un nuovo Centro di sviluppo a Torino per mettere a punto le capacità di intelligenza artificiale e apprendimento automatico di Alexa, l’assistente vocale basata su cloud di Amazon, che supporta Amazon Echo, Echo Dot, Amazon Fire TV e Amazon Tap. Qui il colosso americano assumerà ricercatori esperti di Machine learning (branca dell’informatica che si basa su algoritmi che consentono ai sistemi di effettuare analisi predittive a partire da ampie raccolte di dati, senza che questi sistemi vengano appositamente programmati). Per iniziare, saranno 10 le posizioni aperte per i ricercatori dedicati al riconoscimento vocale e alla comprensione del linguaggio naturale. Il nuovo centro, che aprirà entro la fine del 2016, sarà dedicato al progresso del riconoscimento vocale e della comprensione del linguaggio naturale. «Abbiamo scelto Torino per la quantità di talenti a cui poter attingere e per la presenza delle università in città», dichiara Rohit Prasad, vicepresidente e chief scientist per Alexa. Quello piemontese sarà il quindicesimo centro di sviluppo di Amazon in Europa.

Investimenti in Europa

Il 2015 è stato un anno record per la creazione di posti di lavoro di Amazon in Europa: sono infatti stati creati oltre 10.000 nuovi posti fissi, che hanno portato il personale europeo della società a superare complessivamente i 40.000 dipendenti. Dal 2010 Amazon ha investito oltre 15 miliardi di euro in Europa in infrastrutture e servizi per la distribuzione, in servizi ai clienti, in data center regionali e in ricerca e sviluppo. A partire dall’avvio delle sue attività in Italia nel 2010, Amazon ha investito nel Paese più di 450 milioni di euro e creato 1.700 posti di lavoro.

Loading...

Altre Storie

WhatsApp  ti diciamo come difendervi dall’ultima e pericolosissima truffa

Una nuova truffa sta colpendo gli utenti WhatsApp. Ovviamente, anche in questo caso è bene non cliccare nulla, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *