Amazon Underground arriva in Italia: anche agli utenti Android sarà accessibile, ma con un trucchetto

Amazon ha oggi rilasciato il suo ultimo servizio, Amazon Underground, in 16 paesi europei, fra cui anche l’Italia.
Oltre allo stivale, Amazon Underground raggiungerà Irlanda, Spagna, Belgio, San Marino, Vaticano e Svizzera.

Gli utenti di questi paesi potranno quindi godere dell’ accesso gratuito a più di 1500 giochi e applicazioni che altrimenti risulterebbero a pagamento nello store di Amazon e Google. Secondo Amazon, il costo comnplessivo delle app e dei giochi, se questi non fossero gratuiti, sarebbe di circa 10000 dollari.
Fra i giochi gratuiti abbiamo Monument Valley, Star Wars Rebels Recon Mission, Fruit Ninja, Ruzzle, Final Kick, Angry Birds e molti altri.

Amazon ha spiegato che può permettersi di rendere gratuite le applicazioni pagando gli sviluppatori in base al tempo trascorso dagli utenti sulle app create. Si tratta sicuramente di un’idea innovativa che consente all’azienda di incrementare il numero di applicazioni disponibili per i propri dispositivi.
amazon


Gli utenti Android, sulla carta, non potrebbero avere la possibilità di scaricare Amazon Underground, in quanto l’app non è presente sul Google Play store poiché, trattandosi di una sorte di “Play store parallelo” e gratuito, esso va a creare una sorta di concorrenza al Playstore. Tuttavia, anche gli utenti Android potranno usufruire del servizio:
Gli utenti potranno scaricare il programma di installazione di APK dal sito di Amazon.

Rovio, i creatori di Angry Birds, hanno inserito le loro quattro applicazioni disponibili sul circuito di Amazon Underground già dal momento del lancio. Tero Raji, SVP di business game, ha dichiarato:

“Già dal primo mese di lancio delle nostre app, il modello di Amazon underground ci ha procurato entrate fino a tre volte maggiori rispetto alle entrate che venivano direttamente dagli utenti, quando scaricavano le app dall’appstore Amazon in precedenza.”

Un dato in particolare ci conferma che la scelta di rendere gratuite alcune fra le app più popolari del momento, sia oltre che positiva per il pubblico, economicamente valida per le tasche di Amazon: basti pensare che il 71% dei giochi scaricati dal Playstore sono gratuiti e non a pagamento.

Si tratta certamente di un interessante modello di business per i grandi sviluppatori che non dovranno più vendere le app agli utenti per generare le proprie entrate; tuttavia potrebbe invece non funzionare per gli sviluppatori di giochi più sconosciuti e di nicchia. Questi, molto spesso per mantenere la propria attività, hanno bisogno di generare subito guadagni da un boom di vendite iniziale.

Aldilà di questi dati, per i clienti Amazon, Underground è sicuramente una gradevole novità.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *