Home » Economia & Caste » Ambasciatore Costa Rica smentisce il settimanale L’Espresso
carlo de benedetti

Ambasciatore Costa Rica smentisce il settimanale L’Espresso

carlo de benedettiLa vicenda delle presunte società anonime in America Latina dell’autista di Beppe Grillo, Walter Vezzoli, si arricchisce di nuovo capitolo. Beppe Grillo sul proprio blog, ospita l’intervento dell’Ambasciatore del Costa Rica, Jaime Fenzaige Rosenstein.

“Riguardo all’articolo ripreso dall’inchiesta dell’Espresso in cui si rivela l’esistenza di società legate a Grillo in Costa Rica, paese definito “Paradiso Fiscale“, mi permetto di sottolineare che il mio Paese è stato escluso dalla lista dei paradisi fiscali dalla Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) a seguito della promulgazione di leggi e trattati internazionali di scambio di informazioni tributarie (come segnalato prontamente sul blog, ndr), ragion per la quale il Costa Rica non fa più parte della lista nera come indicato”.

Nonostante l’intervento del diplomatico del Costa Rica, è facile prevedere che la storia si trascinerà ancora a lungo. Vezzoli ha detto che valuterà se querelare il settimanale di Carlo Benedetti (nella foto). Beppe Grillo non si è espresso sotto questo punto di vista, ma ha preferito il silenzio.

Al centro dell’attenzione resta la questione del nuovo governo. Il comico genovese ha già chiarito che se il Movimento 5 Stelle dovesse dare la fiducia al nuovo esecutivo, lui darebbe l’addio alla politica. Resta comunque molto difficile che il M5S possa appoggiare il nuovo premier, a meno che Napolitano non dia l’incarico a un pentastellato. Questa, però, al momento, sembra solo fantapolitica.

Loading...

Altre Storie

Carpiano shock, vermi nella pasta della mensa di una scuola materna: analisi in corso

Nella pastina servita dalla mensa della scuola d’infanzia di Carpiano, nel Milanese, sono stati trovati …

One comment

  1. giulia partengo

    mi sembra che l’ambasciatore si sia limitato a smentire che il Costarica faccia parte dei paradisi fiscali censiti dalle organizzazioni internazionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *