Home » Politica & Feudalesimo » Il Governo Monti si inventa la tassa di sbarco

Il Governo Monti si inventa la tassa di sbarco

Tasse, tasse e ancora tasse. Viste le previsioni degli istituti americani che sostengono che il pareggio di bilancio sarà un miraggio fino al 2017, il governo del pensiero unico targato Monti continua a tartassarci con tasse balzelli. L’ultima in ordine di tempo riguarda i turisti mordi e fuggi. I comuni delle isole minori potranno istituire “un’imposta di sbarco” fino ad un massimo di 1,50 euro. La tassa si pagherà contestualmente all’acquisto del ticket per il traghetto. Ma verranno esentati i residenti e i lavoratori o studenti pendolari.
La nuova tassa è stata inserita in un emendamento al dl fiscale approvato ieri dalla Commissione Finanze della Camera e riguarda, fra le altre, le isole di Ischia, Procida, Ponza, Lipari, Elba e Giglio.

Cos’altro tasseranno da qui ad ottobre quando è previsto l’aumento dell’Iva al 23% e la manovra correttiva da 13 miliardi di euro? Ce la faranno i nostri eroi e farci fallire prima dell’anno? Vista la frequenza con la quale si susseguono i suicidi il motto di Monti non può che essere: “una tassa al giorno toglie l’italiano di torno”.

Loading...

Altre Storie

Maltempo Toscana, allerta rossa: scuole chiuse in quasi tutta la Regione [ELENCO]

Toscana nella morsa del gelo e del maltempo, con forte rischio neve. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta rossa, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *