Home » Scienze & Ignoto » Antidepressivi in gravidanza aumentano il rischio di autismo
autismo

Antidepressivi in gravidanza aumentano il rischio di autismo

Autismo aumenta il rischio se le donne ne fanno uso in gravidanza

L’assunzione di antidepressivi durante la gravidanza, sembra aumentare il rischio di autismo nei bambini. L’autismo colpisce circa l’1 per cento della popolazione generale. La ricerca canadese prende di mira in particolare la classe di antidepressivi del tipo del Prozac, Zoloft ed Celexa. La fascia temporale più rischiosa, affermano gli esperti, riguarda gli ultimi stadi della gravidanza, infatti gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) aumentano notevolmente il rischio di dare alla luce bambini con disturbo dello spettro autistico, secondo lo nuovo studio condotto da alcuni ricercatori della University of Montreal.
autismo-antidepressivi
Lo studio pubblicato su JAMA Pediatrics ha riscontrato un rischio dell’87 per cento di autismo tra i bambini nati da donne che hanno utilizzato antidepressivi durante il secondo o terzo trimestre di gravidanza.
La ricerca si è basata sull’analizzato delle cartelle cliniche di quasi 145.500 bambini della regione canadese del Quebec, di cui a 1.054 sono stati diagnosticati disturbi dello spettro autistico, tra il 1998 e il 2009.
Tra 2.532 bambini nati da madri che hanno assunto antidepressivi negli ultimi due trimestri di gravidanza, 31 bambini hanno presentato l’autismo, mentre 22 delle madri dei neonati stavano ancora assumendo un SSRI.
In pratica sette su 1000 bambini nati da madri che non hanno assunto antidepressivo è stato diagnosticato l’autismo, rispetto ai circa 12 su 1000 madri che ne hanno fatto uso dal terzo trimestre in poi. Lo studio suggerisce un legame tra uso di antidepressivi e un più alto rischio di autismo, ha detto Mintzes, ex studiosa della University of British Columbia.
E ‘biologicamente plausibile che gli antidepressivi potrebbe essere la causa dell’autismo se utilizzati al momento dello sviluppo del cervello nel grembo materno, dal momento che la serotonina è coinvolta in numerosi processi di sviluppo pre e post-natale, tra cui la creazione di collegamenti tra le cellule cerebrali“, ha dichiarato Anick Berard, un professore di farmacia all’università di Montreal e ricercatore principale dello studio.
Alcune classi di antidepressivi lavorano inibendo la serotonina, che avrà un impatto negativo sulla capacità del cervello di svilupparsi pienamente“.

L’autismo comporta dei disturbi dello spettro, che comprende un numero di diagnosi separate come l’autismo e la sindrome di Asperger, inoltre altera la capacità del bambino di comunicare e interagire con gli altri e può includere comportamenti ripetitivi.
Il dottor Berard ha però usato cautela, informando che i risultati non dimostrano che i farmaci sono tra le cause dirette del disturbo dello sviluppo neurologico nei bambini, anche se alcuni studi precedenti hanno individuato in questi farmaci dei possibili colpevoli.
Non conosciamo tutte le cause dell autismo“, ha detto. “Certo ci potrebbe essere una forte predisposizione genetica e probabilmente qualcosa di ambientale, cioè farmaci, lo stile di vita e così via.”
Alcuni medici, dal canto loro, sostengono che non trattare la depressione nelle donne incita può essere ancor più pericoloso per i nascituri, e che piuttosto i benefici degli antidepressivi possono superare i loro danni potenziali.
Ma Berard ha risposto alla polemica avversaria sostenendo che la maggior parte delle donne incinte ha una lieve moderata depressione, che può essere alleviata con altri mezzi. L’esercizio fisico, la psicoterapia e la terapia della luce possono dare utili risultati
Ci sono una serie di ragioni per essere cauti circa l’uso di SSRI in gravidanza, tra cui un aumento dei rischi di di aborti spontanei e pre-termine, e, con le esposizioni gravidanza tardiva, un aumento dei tassi di ipertensione polmonare persistente del neonato, e di una sindrome da astinenza neonatale che a volte porta alla necessità di una terapia intensiva neonatale“, ha aggiunto in ultimo tramite e-mail il dottor Anick Berard

Loading...

Altre Storie

Vitamina D, livelli bassi possono portare alla Sclerosi Multipla

Oggi parleremo di quali sono i rischi della carenza da vitamina D. Come forse saprai, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *