Home » Tecnologia e Diavolerie » Apple, anche Cupertino contro le fake news: le ultime

Apple, anche Cupertino contro le fake news: le ultime

Anche Apple contro le fake news: ecco le dichirazioni di Eddy Cue

Dopo Google, Facebook e anche alcune tra le testate giornalistiche mondiali più importanti (tra cui Le Monde), anche Apple si schiera apertamente contro le cosiddette fake news, “volgarmente” dette anche in italiano bufale. In questi mesi, soprattutto con il 2016, si è parlato molto di questo tema e di fact-checking oltre che di iniziare a capire le modalità per contrastare questo fenomeno di internet dirompente e incontrollato. Sembra che che Eddy Cue, vice-president di Apple, abbia fatto intendere durante la “Code Conference” che il colosso californiano non intende restare con le mani in mano mentre le fake news continuano ad imperversare. Secono Cue le app di news che Apple sta implementando suo suo sistema operativo potrebbero essere toccate dalle bufale, cosa che Cupertino vuole evitare a tutti i costi. Ecco le parole del vice-president: “Dato che la maggior parte delle news viene letta tramite dispositivi e servizi che da essi vengono forniti, ritengo che le compagnie tecnologiche debbano prendere in carico la responsabilità”. Insomma, anche Apple – che non appare toccata direttamente dall’ondata di fake news – vuole però tutelare sè stessa e gli utenti attraverso meccanismi di fact-checking atti ad impedire il propagarsi di bufale.

Apple, anche Cupertino contro le fake news: i dettagli

Il timore di Apple è che la sua applicazione “News” sia inondata di fake e di articoli con obiettivo click-baiting: si tratta di articoli ad hoc fuorvianti che in rete sono cliccatissimi appunto perchè i titoli sono creati proprio per attirare l’utente ad aprirli. Ecco altre dichiarazioni dal team di Cupertino: “Vogliamo che Apple News sia accessibile a tutti, ma vogliamo controllare al fine di essere sicuri che tutti i fornitori di notizie siano affidabili‘. Probabilmente quella intrapresa da questi colossi dell’editoria e della tecnologia mondiale è la più importante e difficile sfida di questi anni: Zuckerberg ci ha già messo la faccia su questa battaglia, ora anche Tim Cook e soci hanno promesso che tenteranno ogni tipo di soluzione per contrastare il dilagare di notizie false che popolano il web. Apple non ha ancora iniziato materialmente, ma nei prossimi mesi si pensa che possa sviluppare tecnologie in grado di riconoscere una fake news semplicemente analizzandola. Se non dovesse riuscirci, avrà bisogno comunque dell’intervento umano. Esattamente come su Le Monde, dove una redazione di 15 persone è addetta solamente al fact-checking.

Loading...

Altre Storie

WhatsApp, come leggere i messaggi cancellati

Torniamo a parlare di WhatsApp visto che dopo la diffusione della notizia secondo cui i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *