Archeologo ucciso dall’Isis e appeso ad una delle colonne di Pamira

1

Ucciso archeologo che si occupava di studiare l’antica città di Palmira, il suo corpo è appeso nella piazza principale del sito

Khaled Asaad era stato preso in ostaggio subito dopo che il gruppo dell’Isis aveva sequestrato la città di Palmira, patrimonio mondiale dell’Unesco, all’inizio di quest’anno.

Adesso, dopo tanti mesi di incertezza, alla famiglia dell’archeologo 82 enne è stato confermato che l’uomo è stato decapitato dai combattenti dell’Isis, secondo quanto afferma il direttore della Siria di antichità, Maamoun Abdulkarim.

Khaled Asaad aveva trascorso più di 50 anni della sua vita lavorando sul sito archeologico di Palmira. Per molto tempo era stato anche capo delle antichità alle rovine, uno dei gioielli archeologici del Medio Oriente e del mondo intero.

Abdulkarim ha ricevuto la notizia direttamente da uno dei componenti dalla famiglia dello studioso, che gli ha detto che Khaled Asaad infine era stato ucciso e il suo corpo era stato appeso da una colonna nella piazza principale di Palmira.

Loading...
SHARE