Arriva il M5S in Parlamento: ecco i privilegi già spariti

14

ristorante-camera-deputatiCominciano a sparire i primi privilegi e le targhe discriminanti al Parlamento. Alla Camera dei deputati, nonostante ci sia ancora qualche buontempone oppositore, grazie all’ingresso del Movimento 5 Stelle è già sparita la targhetta in ottone che precisava come il luogo fosse off limits ai comuni mortali. All’ufficio delle poste interno è già stata tolta anche l’insegna che ammoniva a dare la precedenza agli onorevoli deputati. Novità anche sull’abbigliamento dei deputati: non più l’obbligo di vestire con giacca a cravatta, ma la possibilità di entrare con abiti casual. Emilio Colombo, parlamentare di 93 anni che presiederà la prima seduta a Palazzo Madama ha però ammonito: “Se i senatori del Movimento 5 Stelle si presentano senza giacca e cravatta io non li faccio entrare in Aula”. Sparite anche le aule di “riposo per i deputati”, non esistono in nessun altro posto di lavoro in Italia. Nelle buvette sono spariti anche vini pregiati e cioccolate di grandi marchi.