Attentato a Sadr in Iraq causa più 50 morti

0

Attentato nella città sciita di Sadr costa la vita a 50 persone

Più di 50 persone sono state uccise da una bomba piazzata all’interno di un camion a nord-est di Baghdad. I feriti, portati tutti al vicino ospedale ammontano al momento a ben 75.
L’attacco terroristico è stato lanciato questa volta nel mercato di Jameela, una delle zone più affollate nel quartiere a prevalenza sciita della città di Sadr. L’attentato è stato rivendicato dai miliziani dell’Isis, che intendevano colpire i antagonisti miliziani sciiti.

Secondo alcuni l’attentato sarebbe avvenuto dopo una dichiarazione fatta dal governo degli degli Stati Uniti, il quale ha dichiarato che dovrebbe prendere in considerazione l’incorporamento truppe americane con forze irachene sciite, al fine di garantire un appoggio concreto nella lotta al sedicente stato islamico.

Lo statunitense Raymond Odierno, capo uscente dell’esercito, ha detto ai giornalisti che tali forze potrebbero avere una funzione di supporto piuttosto che un ruolo attivo in prima linea. In realtà secondo tali dichiarazioni gli Stati Uniti si sono già mossi e hanno già inviato in Iraq circa 3.500 tra addestratori militari e consulenti per addestrare e supportare la milizia sciita.

Loading...
SHARE