Benzina: UE boccia l’Italia, rischio nuovi rincari

3

Benzina: in arrivo stangata per gli automobilisti? La Commissione Europea ha bocciato ieri il ‘reverse charge’ sull’Iva introdotto dal governo Renzi con la Legge di Stabilità 2015 e ora per gli automobilisti italiani potrebbero esserci brutte sorprese. È quanto recita una nota dell’UE secondo cui il meccanismo del ‘reverse charge’ creerebbe un buco da 700 milioni di euro che come previsto dalle clausole di salvaguardia, sarà coperto con l’aumento delle accise sui carburanti.

Vi era da tempo il timore che l’UE bocciasse il meccanismo di inversione contabile sull’Iva introdotto dal governo con l’ultima legge di stabilità, ma ora vi è la certezza. Vanessa Mock, portavoce della Commissione Ue per i servizi finanziari spiega perché l’Italia ha sbagliato:

Per la Commissione non ci sono prove sufficienti che la misura richiesta contribuirebbe a contrastare le frodi. La Commissione ritiene anzi che questa misura implicherebbe seri rischi di frode a scapito del settore delle vendite al dettaglio e a scapito di altri Stati membri.

Il Ministero dell’Economia, però, ieri si è affrettato a smentire che scatterà la prima clausola di salvaguardia:

C’è il fermo impegno del governo a non far scattare le clausole di salvaguardia.

Sì, ma i 700 milioni dove verranno presi quindi?

Loading...
SHARE