Bere camomilla riduce il rischio di mortalità

La camomilla allunga la vita. La scoperta è dei ricercatori dell’Università del Texas (Stati Uniti), che hanno realizzato uno studio i cui esiti sono stati pubblicati sulla rivista ‘The Gerontologist’. La camomilla, oltre ad essere buona e ad aiutare a dormire meglio, per via delle sue proprietà lenitive, è in grado anche di rilassare gli spasmi muscolari dovuti ai dolori mestruali, ma soprattutto di ridurre il rischio mortalità.

Lo studio realizzato dagli esperti americani, ha rivelato come chi consuma abitualmente la sera l’infuso di camomilla corre minor rischio di morire prematuramente rispetto a chi invece non la beve mai. La riduzione del rischio di mortalità è del 29% circa. In particolare, è emerso dalla ricerca, sono le donne con più di 65 anni a godere maggiormente delle proprietà della camomilla.

Lo studio è durato in tutto sette anni ed è stato condotto su un campione di 1677 uomini e donne di origine ispano-messicana, di cui il 14% faceva uso quotidiano di camomilla. Bere l’infuso ogni sera prima di andare a letto, insomma, allunga la vita. Esattamente come l’undicesimo comandamento: un tazza di camomilla e un bel piatto di “affari” vostri e siete sicuri di campare 100 anni.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*