Berlino shock, sparatoria al Benjamin Franklin: ex paziente 72enne uccide medico e poi si toglie la vita

0

E’ davvero incredibile quello che, nella giornata di ieri è accaduto in Germania e precisamente a Berlino dove un medico è stato ucciso all’interno del policlinico universitario di Steglitz. Erano circa le ore 13,20 quando, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni e precisamente secondo quanto dichiarato da un portavoce della polizia, un uomo di 72 anni, ex paziente che era stato in cura proprio nell’ospedale sopra citato, dopo avere avuto una discussione con il primario ha estratto una pistola e ha sparato contro quest’ultimo fuggendo successivamente per le scale.

I colpi di pistola esplosi all’interno dell’ospedale hanno allarmato tutti i presenti, soprattutto dati i recenti attacchi terroristici che stanno scuotendo e preoccupando il mondo intero, e proprio per tale motivo i pazienti ricoverati nella struttura oltre che il personale medico e tutti coloro i quali si trovavano sul luogo al momento della tragedia, terrorizzati, si sono chiusi all’interno delle stanze mentre altri sono fuggiti.

Il settantaduenne che ha compiuto il folle gesto, dopo avere sparato contro il medico fuggendo poi per le scale, si è recato al secondo piano della struttura e ha esploso un colpo di pistola contro se stesso togliendosi la vita. Il medico invece è stato immediatamente soccorso da alcuni colleghi e trasportato con estrema urgenza presso il reparto di terapia intensiva dove hanno fatto davvero il possibile per salvargli la vita ma purtroppo ogni tentativo si è rivelato vano e alla fine il cuore del medico ha smesso di battere per sempre. Come precedentemente anticipato, dato il particolare momento vissuto a causa dei numerosi e continui attacchi terroristici a causa dei quali centinaia di persone hanno perso la vita, si era inizialmente pensato che potesse trattarsi di un nuovo attacco terroristico ma ecco che, in pochissimo tempo, proprio la Polizia ha escluso qualsiasi pista terroristica dietro l’assassinio. Alcuni testimoni hanno riferito che, poco dopo, sul posto è arrivata una squadra speciale della polizia e poi ancora, un testimone ha raccontato che proprio mentre sia i lavoratori che i visitatori stavano pian piano abbandonando la struttura ecco che, la polizia ha bloccato tutte le strade di accesso.

Le forze dell’ordine stanno comunque adesso indagando su quanto accaduto nella speranza di poter ricostruire la vicenda e soprattutto capire quale sia stato il motivo che ha portato l’ex paziente settantaduenne a compiere il folle gesto anche se, come precedentemente anticipato, sembra proprio che tra i due sia nata una forte discussione ma al momento non è ancora chiaro cosa abbia provocato tutto ciò. Il portavoce delle forze dell’ordine ha dichiarato “Nel corso di una visita, il paziente ha tirato fuori l’arma e ha sparato numerosi colpi contro il medico. L’aggressore ha quindi rivolto la pistola contro se stesso ed è deceduto in seguito agli spari”.

Loading...