Rai 1 gaffe di fine anno Sms-bestemmia e Capodanno anticipato: Bufera

ROMA Notte di Capodanno con gaffe, bestemmie e malori per la Rai. Inizia male il 2016 per la televisione di Stato con il nuovo anno festeggiato sul palco con un minuto di anticipo sull’orario reale che ha fatto scoppiare per tuta la giornata di ieri le ironie sui social network. A trasformare la trasmissione in un caso politico con la denuncia del democrat di provata fede renziana Michele Anzaldi e la Lega che ha annunciato un’interrogazione parlamentare, è stata la bestemmia che ha inviato un telespettatore tra gli sms di auguri e che ha superato i filtri di controllo ed è andata in diretta.

E prima di tutto questo, la trasmissione era già partita con un conduttore in meno rispetto al previsto perché Claudio Lippi, aveva accusato un malore. Con tutto questo, il direttor di RaiUno Giancarlo Leone, festeggia i buoni ascolti e in un’intervista attribuisce ironicamente all’anno bisestile la causa dei sfortunati eventi. Prima, appunto, il malore del coconduttore Lippi costretto a rinunciare alla serata lasciando il palco ad Amadeus e a Papaleo.

Poi, proprio negli ultimi minuti dell’anno, quando più gente si sintonizza sul programma per usarlo come countdown per l’arrivo del nuovo anno, e in questo caso ben 8.810.000 telespettatori collegati, qualcosa è andato storto e l’anno nuovo è stato festeggiato con circa un minuto di anticipo scatenando le ironie della rete per il parallelismo con una scena di un vecchio film di Fantozzi dove il Capodanno viene festeggiato con un’ora e mezza di anticipo, per permettere agli artisti di scucire una seconda serata. A far scoppiare la polemica politica però è stato il passaggio di una bestemmia tra gli auguri inviati via sms nel sottopancia della trasmissione.

Tra i primi a contestare, come si diceva, Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai. In un tweet scrive: «Rai Capodanno: sbaglia orario, in era siti collegati con Greenwich! Come si giustificheranno Dirig. che non rispettano tetto stipendio 240mila?». Intanto da Viale Mazzini arriva il comunicato con le scuse. «In merito al messaggio gravemente offensivo passato erroneamente in diretta – si legge – e sfuggito al filtro tra gli oltre 150 mila sms arrivati per celebrare l’arrivo del nuovo anno, la Rai porge le sue scuse a tutti i telespettatori. Il mancato controllo è frutto di un errore umano, il responsabile è stato immediatamente individuato e sospeso dal proprio incarico».

Partendo da questa poi, il leader della Lega Nord Matteo Salvini scrive che «Raiuno festeggia il Capodanno con un minuto di anticipo, alla Fantozzi, e manda in onda una bestemmia fra gli sms degli spettatori. A scusarsi, e magari a dimettersi, non deve essere un passacarte o un funzionario, ma chi è pagato per fare il dirigente». E arriva un altro attacco da Luca Borgomeo, presidente dall’Aiart, l’associazione dei telespettatori cattolici per il quale «la Rai ha poco a che scusarsi. Questo succede quando si vogliono fare ascolti a tutti i costi, visto che ogni sms veniva fatto pagare 51 centesimi». E rincara: «Con la logica del mancato controllo che la Rai ha adottato sarebbe potuto passare anche un messaggio di incitamento all’Isis». Il direttore Leone preferisce sottolineare gli ottimi ascolti e dal 48,5% di share registrato a mezzanotte scrive «primi sì, ma non nel segnale orario. Almeno quello lasciamolo stare».

2 Replies to “Rai 1 gaffe di fine anno Sms-bestemmia e Capodanno anticipato: Bufera”

  1. e dovremmo pagare il canone “obbligatoriamente” per sentire in diretta simili “smancerie” ????
    E’ INAUDITO!!!!! e i “minori ?” STOMACHEVOLE !!!!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *