Home » Cronaca & Calamità » Beve bibita senza pagare: prosciolto dopo 6 anni

Beve bibita senza pagare: prosciolto dopo 6 anni

Aveva bevuto nel 2008 una bibita senza pagare: viene prosciolto nel 2015. È la storia del 38enne marocchino Youssef, che nell’agosto del 2008 era stato sorpreso da un vigilantes all’interno di un supermercato di Mondovì (Torino) mentre beveva una bibita senza essere prima passato dalla cassa. Denunciato per furto aggravato dalla violenza sulle cose, l’uomo era stato condannato nel 2009 a due mesi di carcere e 100 euro di multa con la condizionale.

Dopo se anni, la Corte d’Appello di Torino ha accolto le tesi difensive e il procuratore generale Vittorio Corsi ha prosciolto l’uomo da ogni addebito con la sentenza letta in aula dal presidente di tribunale Elisidoro Rizzo. La linguetta che chiude sostanzialmente la lattina, non è da considerarsi un sigillo, di conseguenza non si può parlare di furto aggravato, visto che non c’è stata nemmeno la querela della parte offesa.

Non luogo a procedere nei confronti dell’imputato, che non ha assistito alla lettura della sentenza, essendo tornato da tempo in Marocco. “C’è di che avvilirsi. Non bastava fargli pagare il prezzo della lattina?”, ha detto l’avvocato Fabrizio Bruno, che ha difeso l’uomo.

Caricamento in corso ...

Altre Storie

Pepe a rischio salmonella: ritirato un lotto a rischio

Pepe nero con tracce di salmonella spp, il batterio responsabile della diffusione della salmonellosi: è questo …

One comment

  1. c ‘è da vergognarsi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *