Home » Cronaca & Calamità » Bologna, accesso vietato in discoteca ai ragazzi di colore

Bologna, accesso vietato in discoteca ai ragazzi di colore

Loading...
Divieto d’accesso per i ragazzi di colore. È successo nel locale dell’Arterìa, una discoteca situata nel pieno centro di Bologna, dove è stato tassativamente vietato l’ingresso ai giovani africani della zona. La segnalazione è stata data dagli operatori di numerosi centri d’accoglienza del posto, i quali hanno prontamente segnalato il tutto con la successiva pubblicazione della denuncia sul quotidiano LaRepubblica.

Il titolare dell’Arterìa, Domenico Migliaccio, ha giustificato con le seguenti parole l’approvazione del suddetto divieto:

Nel mio locale non c’è nessuna discriminazione etnica, se il buttafuori ha fatto una cosa del genere se ne assumerà tutte le responsabilità.

I buttafuori del locale hanno infatti spiegato alla stampa che la decisione di vietare l’accesso ai ragazzi di colore è scaturita dal continuo verificarsi di risse e disordini:

Ci sono stati problemi e risse alcuni giorni fa uno di loro aveva un coltello.

Tali spiegazioni non hanno però placato le polemiche dell’opinione pubblica, e il titolare della discoteca di Bologna dovrà presto dare una risposta concreta alle accuse di razzismo di cui si sta macchiando.

Altre Storie

Con l’auto sulla folla: «Volevo ammazzarne tanti»

«Volevo ammazzarne di più», dichiara stralunato al pm Stefano Latorre che va a interrogarlo nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *