Home » Lavoro & Schiavitù » Boom di cassa integrazione, va tutto bene

Boom di cassa integrazione, va tutto bene

Persino l’Emiro del Qatar ha detto a Monti che non c’è nessun problema con l’articolo di 18 e che gli investimenti in Italia non ci sono per l’eccessiva corruzione. Che non serva fare una legge per mandare la gente a casa o per “licenziare i disoccupati” lo sanno anche le pietre. Anche la Fornero che ha una figlia che soffre di monotonia per un doppio posto di lavoro fisso. Il problema è semmai entrare nel mondo del lavoro, e per chi c’è rimanerci secondo quanto scritto nel suo contratto. Sono sempre di più infatti i cassintegrati, che stanno raggiungendo cifre recordo. Come riporta l’Osservatorio della Cgil che ha elaborato le rilevazioni dell’Inps, le 99.722.546 ore registrate lo scorso mese, segnano un incremento consistente su febbraio pari ad un +21,63%, mentre da inizio anno il monte ore complessivo è pari a 236.692.010 per un +2,10% sullo stesso periodo dell’anno scorso.

In totale, sono coinvolti oltre 455mila lavoratori che hanno subito un taglio del reddito per circa 908 milioni di euro, pari a 1.900 euro per ogni singolo lavoratore. Soldi che ovviamente i lavoratori non spenderanno e quindi abbatteranno ulteriormente i consumi accelerando il fallimento dell’Italia. I provvedimenti ‘Salvaitalia” e “Crescitalia” (mi ricorda tanto la fine che ha fatto la “crescina”…) non sono serviti praticamente a nulla, se non a far crollare ulteriormente i consumi e ad affamare le famiglie più povere (chi ha i patrimoni li tiene lì fermi senza dare nulla ai consumi).

Intanto il partito del pensiero unico annuncia imminenti grandi novità per il futuro dell’Italia, un Partito della Nazione, che sa tanto di partito della nonna. I soliti vecchi, che si definiscono “usato sicuro, altro che Beppe Grillo” (Bersani), che ancora non hanno capito che di ossa da spolpare non ce ne sono più. A ottobre con l’aumento dell’Iva al 23% e la manovra correttiva ci sarà la stangata finale. E da lì in poi saranno i tridenti a parlare.

 

Loading...

Altre Storie

Maltempo Toscana, allerta rossa: scuole chiuse in quasi tutta la Regione [ELENCO]

Toscana nella morsa del gelo e del maltempo, con forte rischio neve. La Protezione Civile ha infatti diramato un’allerta rossa, in …

One comment

  1. Ok MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando

    Senza DIMENTICARSI..che belin i SINDACATI POLITICI hanno fatto attuare i lavori PRECARI consentendo di fatto alle ditte interinali e cooperative (rosse e bianche) società sportive (dove anche in queste in molte vi sono gli stessi partiti politici..) di venire con il precariati prima sfruttati al massimo..e poi fatti passare mesi e anni SENZA essere assunti a tempo indeterminato ma di fatto fatti passare in DISOCCUPAZIONE cagionando danni patrimoniali, esistenziali e morali continui a disoccupati e relative famiglie! Ricordando anche che anche attualmente in molti contratti precari interinali cooperative ecc. si VIOLA la legge Europea sulle sicurezze dei Lavoratori e lavoro ! Legge del Decreto Legislativo 81/2008 che ricade in negativo sui prodotti made in Italy ! Inoltre diverse ditte medio piccole ma anche multinazionali adoperando la cassa integrazione, fanno lavorare altri lavoratori (come ditte cooperative di pulizia) sostituendo i lavoratori messi in cassa integrazione.. oppure sempre più si adoperano lavoratori a partita IVA..(ma facendo i dipendenti..) .Pochi ispezioni..perché apposta non sono assunti gli ispettori del lavoro..ma potrebbero aiutare sia la Guardia di Finanza che Ispettori dei Vigili del Fuoco..il lavoro non è scenotecnica è realtà ma bisogna sceverare per bene ovvero dividere il bene dal male e l’Italia è in tantissimo male e mal fare i pessimi risultati sono evidenti agli Italiani e al mondo che se la ride di questa vergognosa Italia !!!
    Morando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *