Botte e minacce agli alunni, sospesa maestra di Reggio Calabria: “Ti faccio saltare il cervello”

0

Ancora botte e maltrattamenti nelle scuole italiane, questa volta avvenuti a Reggio Calabria dove una maestra elementare di 66 anni è stata sospesa per un anno dall’attività didattica perchè accusata di maltrattamenti aggravati nei confronti dei bambini di 6-7 anni che le erano stati affidati. Secondo quanto è emerso dalle indagini, sembra che l’insegnante fosse solita minacciare i piccoli anche un bastone battuto sulla cattedra, un modo che aveva sperimentato per far stare tranquilli i bambini, ma purtroppo pare non si limitasse a questo perchè la donna era solita anche prendere a schiaffi e strattonare i bambini più attivi. “Vi faccio saltare il cervello” o “Vi rompo le gambe così camminate sulla sedia a rotelle” ed ancora “Ora vi do tante di quelle botte che vi scialate”, erano queste le frasi con le quali l’insegnante era solita rivolgersi ai suoi alunni e che ha portato il procuratore Federico Cafiero De Raho ad emettere un’ordinanza nei confronti della stessa, che è stata sospesa per 12 mesi dalla sua attività.

Sono state le intercettazioni ambientali e le registrazioni fatte da una telecamera nascosta piazzata nell’aula della maestra a far emergere questi maltrattamenti e che hanno portato la stessa ad essere indagata appunto per maltrattamenti aggravati nei confronti degli alunni. In realtà, le indagini sono partite grazie ad alcune segnalazione pervenute lo scorso anno di genitori di un bambino, preoccupati per il fatto che il figlio avesse manifestato insofferenza a frequentare le lezioni e secondo quanto riferito dai genitori, sembra che il bambino avesse proprio paura dell’insegnante; i genitori, dunque, preoccupati hanno pensato bene di rivolgersi alle forze dell’ordine e così sarebbe partita l’indagine. Le immagini purtroppo hanno confermato quanto confidato dai bambini ai genitori purtroppo e come abbiamo già anticipato in queste si vede la maestra con un fischietto in bocca che tenta di stabilire l’ordine e che minaccia di far saltare il cervello se i bambini non avessero seguito le sue direttive.

Le forze dell’ordine, come precedentemente indicato, hanno piazzato nell’aula dell’insegnate una telecamera nascosta che ha filmato l’insegnante mentre prendeva a schiaffi i bambini soltanto per aver fatto male i compiti o per aver sbagliato una divisione; nei video si vede ancora l’insegnante che trascina per i capelli un bambino da una parte all’altra dell’aula soltanto perchè questo aveva innocentemente abbracciato un compagnetto.  Altre scene mostrano l’insegnante che suona un fischietto per stabilire l’ordine e minaccia di far saltare il cervello ai bimbi se non avessero seguito le sue direttive. Come abbiamo già anticipato, la maestra è stata sospesa per dodici mesi dalla sua attività di insegnate ed il provvedimento è stato emesso dal gip di Reggio Calabria al termine di indagini condotte dalla squadra mobile e coordinate dal procuratore Federico Cafiero de Raho e dall’aggiunto Gerardo Dominijanni.

loading...
loading...
SHARE