Home » Primo piano » Brindisi, momenti di panico per il corto circuito in un negozio: evacuato l’aeroporto

Brindisi, momenti di panico per il corto circuito in un negozio: evacuato l’aeroporto

Sono stati momenti di forte tensione quelli vissuti nella giornata di ieri, sabato 23 luglio 2016, all’interno dell’aeroporto di Brindisi dove, un falso allarme, ha seminato il panico tra i presenti. Nello specifico, nelle prime ore del pomeriggio di ieri e precisamente intorno alle ore 14,00 proprio mentre erano in corso le operazioni di check in e di imbarco, ecco che un ordine di evacuazione è stato diffuso dall’impianto audio della stazione seminando così il panico tra tutte le persone presenti che immediatamente hanno pensato che stesse accadendo qualcosa di molto pericoloso.

In un momento particolare come quello che purtroppo il mondo intero sta vivendo, un periodo in cui giorno dopo giorno si verificano sempre nuovi attentati terroristici in diverse zone del mondo a causa dei quali sempre di più sono le persone che perdono la vita, ecco che quello che è accaduto ieri all’aeroporto di Brindisi ha fatto immediatamente pensare, a tutti i presenti, quello che recentemente è accaduto a Nizza e Monaco ma per fortuna quello che è accaduto all’aeroporto di Brindisi non ha nulla a che vedere con le stragi verificatesi nei giorni precedenti.

In realtà, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sul caso, sembra proprio che a far scattare l’allarme antincendio sia stato uno sbalzo di tensione all’interno di un punto ristoro. Per essere più precisi ecco che ha avuto luogo un guasto improvviso nell’impianto elettrico di uno degli esercizi commerciali nell’area interna, un guasto che ha fatto immediatamente scattare l’allarme legato a diversi fattori tra cui il fumo, l’incendio, l’allagamento, il tutto nelle prime ore del pomeriggio e precisamente, come precedentemente anticipato, intorno alle ore 14.00.

A seminare il panico tra i presenti è stato però l’ordine di sgombro diffuso tramite altoparlanti e proprio tale ordine ha causato un fuggi fuggi generale tra i presenti, tutte le persone presenti all’interno della struttura hanno subito abbandonato l’aeroporto avendo paura di poter rimanere vittime di un nuovo attentato. Gli operatori dell’aeroporto e le forze dell’ordine però hanno cercato di mantenere l’ordine e soprattutto la calma precisando ai presenti che non era in corso alcun attentato terroristico e hanno dunque spiegato ai viaggiatori quello che realmente stava accadendo.

Poco dopo ecco che la situazione è fortunatamente tornata alla normalità e non sembrerebbero essere stati registrati ritardi ne negli arrivi e neppure nelle partenze, anche se sembra proprio che agli sportelli si siano create lunghe code. In breve tempo dunque la situazione all’interno dell’aeroporto è tornata, fortunatamente, alla normalità e tutte le persone che avevano frettolosamente abbandonato l’aeroporto durante le operazioni di checkin sono state invitate, dalle forze dell’ordine, a fare rientro all’interno della struttura.  L’allarme è nello specifico durato solamente 15 minuti e, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, non è neppure servito che intervenissero i vigili del fuoco di presidio nella struttura aeroportuale.

Loading...

Altre Storie

Allarme smog a Torino: “chiudete le finestre”

L’allarme smog a Torino si fa sempre più serio ora dopo ora, in una nota diffusa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *