Bullismo in gita: record di sospensioni, genitori furiosi

Ennesimo episodio di bullismo in una scuola italiana: questa volta, però, i genitori difendono i propri figli e contestano le sanzioni della direzione. È successo in un liceo di Cuneo, durante una gita scolastica: uno studente è stato deriso, denudato e “addobbato con le caramelle” dai suoi compagni, che al ritorno a scuola si sono visti punire con il 4 in condotta.

Si tratta di 14 studenti, tutti minorenni, sospesi da scuola per l’episodio di bullismo durante la gita. I genitori, però, non ci stanno e parlano di sanzioni spropositate rispetto a quanto è accaduto:

Li condannano a perdere l’anno – fanno sapere – , una rovina per molti con quello che oggi costa frequentare un liceo.

Nessuna remora da parte del preside dell’istituto, che replica:

E’ un episodio grave. Siamo dovuti intervenire con fermezza per far capire quali sono i limiti, il rispetto delle norme.

Secondo quanto riporta il quotidiano ‘La Stampa’, gli studenti sono stati puniti per quanto accaduto durante una gita a Roma. Gli studenti, tutti di età compresa tra 15 e 16 anni, si sono dati appuntamento in una delle stanze dell’albergo presso il quale alloggiavano e dopo aver preso di mira il compagno “più debole” lo hanno denudato, spogliato, depilato e “decorato” con delle caramelle. Come solitamente accade in questi casi, è stato tutto registrato tramite cellulare e il video è stato fatto circolare tramite WhatsApp. Presa visione del video, i professori hanno convocato i genitori e fatto scattare le sanzioni: sospensione per 14 studenti, 4 in condotta per tutti gli altri.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *