Calabria, allarme sul web per il viadotto Cannavino: interviene l’Anas “Non è a rischio crollo”

Sono stati momenti di forte tensione quelli vissuti nei giorni scorsi da moltissime persone in seguito alla diffusione sul web e precisamente su Facebook di un ipotetico ed improvviso crollo del viadotto Cannavino sulla strada statale 107 Silana-Crotonese. Il tutto ha avuto inizio proprio in seguito alla pubblicazione sul web di un determinato video nel quale è assolutamente possibile notare il ponte con una flessione al centro, quasi come se stesse per crollare e proprio tali immagini hanno destato parecchio scalpore e, allo stesso tempo, hanno anche acceso un forte dibattito sulla vicenda.

Nei giorni scorsi, sulla vicenda, si era nello specifico espresso il presidente della Regione Mario Oliveiro il quale era intervenuto contattando direttamente il capo compartimento dell’Anas della Calabria con l’unica intenzione di investirlo direttamente di tale problematica in modo tale che proprio la società potesse intervenire e assumere tutti i provvedimenti necessari.

E poi ancora, proprio nel tentativo di porre fine a tali preoccupazioni circolate sul web e precisamente sui social network negli ultimi giorni e che hanno lanciato un vero e proprio allarme ecco che è nello specifico intervenuta L’Anas ovvero l’Azienda Nazionale Autonoma delle Strade, precisando “Anas non si è dimenticata del viadotto Cannavino sulla strada statale 107 Silana-Crotonese. È vero che presenta un’accentuata flessione in corrispondenza delle travi tampone, ma è altrettanto vero che non è a rischio di crollo. Lo hanno già certificato il Politecnico di Bari, gli esiti di prove di carico statiche, dinamiche e sui materiali, una rete di monitoraggio a prismi ottici, disposti lungo i due versanti laterali del viadotto. Ciò non toglie che sul viadotto si debba intervenire con un intervento di manutenzione”. E poi ancora, proprio l’Anas, in una nota, ha voluto comunque precisare che la progettazione esecutiva si trova attualmente in fase di completamento e che “Entro l’anno in corso sarà avviata la fase di gara e nel corso del 2017 saranno avviati i lavori del valore di circa un milione e mezzo di euro”.

Sulla delicatissima vicenda è anche intervenuto il promo cittadino di Celico ovvero Antonio Falcone il quale ha nello specifico dichiarato “Da sindaco avevo scritto anche io al prefetto e all’Anas per chiedere spiegazioni in merito alla pericolosità o meno del ponte di Celico, dal momento che ricevo pressioni quotidiane dai cittadini. Ho ricevuto risposte: l’Anas assicura che al momento non ci sono situazioni di pericolo e che il ponte viene monitorato costantemente” concludendo poi “anche se c’è stata una risposta ufficiale dall’ente proprietario del ponte e della strada, c’è ancora preoccupazione tra i cittadini” concludendo poi  “Io resto comunque in attesa di un incontro ufficiale in prefettura per poter visionare le perizie svolte dai tecnici in modo da poter tranquillizzare definitivamente la popolazione”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *