Home » Politica & Feudalesimo » Camera: i pasti li pagano metà i deputati e metà i cittadini

Camera: i pasti li pagano metà i deputati e metà i cittadini

Nonostante gli scandali che stanno travolgendo la politica e i vari Batman, Robin e Superman vari, la casta non ha la benché minima intenzione (di far finta) di rinunciare a qualche privilegio. Per chi ancora non lo sapesse, tra i vari furti che i nostri politici continuano a perpetrare ci sono anche i pasti: a tavola, al ristorante di Montecitorio, venti euro sono a carico del deputato, altri 18 euro li paghiamo noi. Un bel regalo che costa 3,5 milioni di euro all’anno e un altro schiaffo a quei cittadini che con 18 euro al giorno quasi ci camperebbero. Nel 2012, infatti, il Palazzo prevede di incassare dalla ristorazione 1 milione 130 mila euro, ma ne spenderà 4 milioni 545 mila. Un gap che in questi tempi di crisi è davvero uno scandalo che debbano continuare a sostenere i cittadini.

Lo rivela oggi la ‘Repubblica’ che riporta la notizia che la prossima settimana sarà approvato dall’Ufficio di presidenza della Camera il conto ristorazione e che prevede un rosso tre milioni e mezzo da prelevare dalle tasche dei cittadini. Ci si aspettano dal partito del pensiero unico (PD-UDC-PDL) misure drastiche, ma pare che nulla cambierà almeno fino al 2014, quando l’attuale ristorante sarà sostituito da un meno costoso self service. Allo schifo non c’è mai fine.

Loading...

Altre Storie

Cina Shock:Il primo trapianto di testa su cadavere al mondo, è russo il primo volontario

Sarà il neurochirurgo italiano Sergio Canavero a effettuare quest’intervento senza precedenti. Il dottor Cana vero …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *