Cane incinta sepolto vivo. Le autorità rifiutano di aprire buca – video

Cane incinta sepolto vivo viene salvato da un uomo che ne sente i lamenti

Un cane incinta sepolto vivo in Russia è stato salvato dopo due giorni da un uomo che ne ha sentito i lamenti.

Il cane, d cui si conosce pure il nome Belka, era un randagio si era infilato in una fossa, aperta da tre settimane nei pressi di un’abitazione per dei lavori. In seguito la voragine è stata chiusa, ma nessuno si era accorto che all’interno della voragine vi era un cane.

Il 21 settembre, Vadim Rustam, residente presso l’edificio dove sono stati effettuati i lavori, ha detto che continuava a sentire lamenti di un cane che abbaiava, ma non sapeva da dove provenissero. Quando si è reso conto che i lamenti provenivano dal sottosuolo, ha chiesto alle autorità cittadine di salvare il cane, il quale tal’altro si trovava in stato di gravidanza.

Ma i funzionari hanno risposto con un secco, quanto incomprensibile rifiuto., Rustam ha deciso di fare da sé ed ha scavato con le sue mani una fossa sul marciapiede, ampia abbastanza per farci passere Belka, che non toccava cibo, né acqua, né vedeva la luce da due giorni.

Ora Belka è stata accolta in un rifugio, e attende che qualcuno la adotti.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *