Capodanno, massima allerta in molte città italiane: Roma e Milano le città più blindate, Cecchini, droni e barriere

0

Le tradizioni, nonostante gli allarmi al terrorismo e il generale clima di tensione, vanno comunque rispettate. Non a caso per il cenone di Capodanno gli italiani spenderanno di più rispetto allo scorso anno: il 4% secondo le stime del Codacons. Molti staranno a casa, ma non saranno pochi quelli che, nonostante freddo e stato di allerta, scenderanno in piazza. Per questa ragione il ministero dell’Interno ha deciso di impiegare le forze dell’ordine in una massiccia operazione di prevenzione e controllo.

Nella Capitale, considerata uno dei bersagli dei terroristi, sono state piazzate fioriere antisfondamento per evitare camion bomba mentre tiratori scelti, controlli con metal detector e agenti in borghese mescolati alla folla, garantiranno ai patiti della piazza di festeggiare senza problema. Roma si «blinda», ma non rinuncia alla tradizione, non volendo cedere al ricatto della strategia del terrore. Il ministro dell’Interno, Marco Minniti, non ha dubbi: «La guardia è altissima», assicura. «Abbiamo dispiegato un sistema di sicurezza», spiega il numero uno del Viminale, «che ha l’obiettivo di garantire la massima tranquillità a tutti gli italiani a Capodanno». Il «piano sicurezza» disposto dal questore di Roma, Nicolò D’Angelo, sulla base di quanto deciso nell’ultima riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, prevede un dispositivo articolato sulle 24 ore per garantire il regolare svolgimento degli eventi in programma al Circo Massimo e, a partite dalle 3, sul Lungotevere e su 4 ponti che dureranno fino alla sera del primo gennaio.

Sorvegliati speciali Colosseo e Circo Massimo dove è previsto un «consistente» afflusso di persone per lo spettacolo che comincerà alle 22,30. Cinque i varchi di accesso all’area dove saranno effettuati i controlli di sicurezza. Sotto la lente anche le altre piazze del centro storico: da piazza Venezia a piazza di Spagna, da piazza Navona a Campo de’ Fiori e San Pietro dove è ancora in vigore il piano di sicurezza del Giubileo. Previste fioriere antisfondamento all’inizio del tratto pedonalizzato del Lungotevere, da ponte Garibaldi a ponte Sant’Angelo. Ci saranno inoltre controlli ai ponti anche attraverso metal detector. Oltre mille gli agenti delle forze dell’ordine, in uniforme e in borghese, che vigileranno tra la gente. A completare il dispositivo di sicurezza tiratori scelti, pattuglie a piedi e a cavallo, poliziotti in bicicletta e la polizia fluviale che sorveglierà la città navigando sul Tevere.

Ma l’Italia da sorvegliare e controllare non è solo Roma. A Milano sono entrati in «servizio» gli smartphone antiterrorismo di ultima generazione. Grazie a una parte esclusiva della banda di trasmissione, si avranno immagini nitide senza soffrire del sovraccarico della rete. A protezione di piazza Duomo, le barriere di cemento armato Newjersey, montate il 21 dicembre scorso, subito dopo l’attentato a Berlino per contenere l’eventuale urto di un camion. A Bologna viene impiegato un drone per trasmettere in streaming le immagini della piazza dove ci saranno le manifestazioni per il Capodanno. Pesa dieci chili, ha sei motori elettrici e un’apertura alare che supera il metro, costa 40mila euro e si pilota come una macchinina telecomandata: è uno strumento in più per garantire soccorsi tempestivi in caso di necessità. A Firenze installati i metal detector per accedere al concertane in programma a Piazzale Michelangelo, la terrazza che si affaccia sulla città. A Torino barriere antisfondamento (i betafence) per proteggere Piazza San Carlo.A Palermo seicento uomini, fra militari e agenti, proteggeranno il Capodanno in piazza mentre 20 cecchini sistemati sui tetti, se necessario, saranno pronti a sparare e a fermare qualunque mezzo provi a violare le due «zone rosse» attorno a piazza Giulio Cesare e al Politeama. Su ordine del sindaco Leoluca Orlando non si potranno fare esplodere i tradizionali botti. Di parere opposto il primo cittadino di Sestriere, stazione sciistica vip del Torinese. A Genova per garantire la sicurezza ci saranno reparti speciali dei carabinieri: l’aliquota primo intervento (Api) e la squadra operativa di supporto (Sos). Nulla è stato lasciato al caso.

Massima allerta in tutta Italia per la giornata di oggi, 31 dicembre 2016, e non solo nelle grandi città ma anche nei piccoli centri. A Roma, sono stati disposti fioriere antisfondamento e controlli di polizia con il metal detector che proteggeranno i ponti della Capitale durante le manifestazioni per il nuovo anno; stando a quanto è emerso sono queste alcune delle misure previste dal piano di sicurezza realizzato in seguito all’ultima riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica dopo la Strage di Berlino. Purtroppo l’allerta nella Capitale sembra essere davvero molto alta visto che si parla di sofisticazioni alimentari o l’utilizzo letale di auto e taxi, usati come bombe mobili da poter scagliare contro chi festeggia in Piazza, un pò come avvenuto a Nizza lo scorso mese di luglio o al mercatino di Berlino avvenuto lo scorso 19 dicembre.

Nella città di Roma sono, dunque stati disposti fioriere antisfondamento, ingaggiati tiratori scelti, e controlli con metal detector, agenti in borghese mescolati alla folla; Roma sembra essere davvero blindata in questi due giorni. Si tratta del piano di sicurezza messo a punto dal questore Nicolo D’Angelo sulla base di quanto deciso nell’ultima riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocata dopo l’attentato di Berlino.

Saranno sorvegliati speciali il Colosseo e il Circo Massimo, dove tra l’altro è previsto un consistente afflusso di persone per lo spettacolo che avrà inizio intorno alle ore 22.30 questa sera; presidi anche su Lungotevere e come abbiamo già anticipato, previste fioriere antisfondamento all’inizio del tratto pedonalizzato del Lungotevere, da ponte Garibaldi a ponte Sant’Angelo. Come abbiamo anticipato, saranno diverse le città blindate e come Roma, anche Milano non sembra essere da meno; sarà blindata Piazza del Duomo questa sera, in occasione del concerto di San Silvestro, ma sono previsti pattugliamenti di agenti in borghese dotati di strumenti tecnologici come telecamere ad alta definizione.

“Avremo 40 agenti in borghese in giro per la città con degli smartphone di ultimissima generazione che utilizzano la tecnologia Lte e che ci permetteranno di vedere in diretta quello che accade in un certo luogo direttamente da chi si trova sul posto nella nostra sala operativa”, ha fatto sapere nella giornata di ieri il Questore di Milano, Antonio De Iesu. Massima sicurezza anche a Genova dove sono stati predisposti controlli a campione in Piazza prima e durante le feste di Capodanno, barriere in cemento anti-camion posizionate a protezione di luoghi di aggregazione, presidi di artificieri. Massima attenzione anche a Firenze ed il sindaco Dario Nardella ha spiegato: “Ci sarà particolare controllo di tutte le piazze e ci saranno prescrizioni precise per Piazzale Michelangelo, dove si terrà il concerto di Marco Mengoni; mi riferisco al filtraggio delle persone con presenza di metal detector e forze dell’ordine”.

Loading...
SHARE