Home » Varie & Avariate » Carcere Teramo: detenuti premiati con film a luci rosse

Carcere Teramo: detenuti premiati con film a luci rosse

Svolta nel carcere di Teramo, dove per venire incontro alle “esigenze” dei detenuti si è arrivati a rompere il tabù sui film a luci rosse. Il nuovo direttore penitenziario ha infatti deciso che possedere materiale pornografico in cella non sarà più vietato. A spiegare la liberalizzazione è proprio il direttore del carcere, Stefano Liberatore, che al quotidiano abruzzese “Il Centro” racconta: “La pornografia è un discorso associato all’uso del pc, ai dvd”. “Il detenuto – chiarisce – ha sempre cercato fare traffici, prima con cassette e poi con i dvd. E il sesso è sempre stato visto come un tabù. Io sono convinto che anche la pornografia può entrare in carcere ma attraverso una visione culturale, una visione significativa di elevazione del diritto stesso non solo alla riservatezza ma anche all’integrità umana sotto l’aspetto psicofisico”.

Il direttore però ammette: “So che è un po’ ardita come idea, ma ho pensato che possiamo regalare un momento ai detenuti che va al di là di quelle forme di chiusura cui siamo sempre stati abituati”. E ancora: “Dar vita a un progetto così importante per una visione moderna del trattamento penitenziario era difficile, ma ci siamo riusciti e pare che le cose vadano bene. Penso sia una questione di mentalità che ereditiamo dal passato, da un modo di concepire il carcere. Ci vuole coraggio e la piena consapevolezza del carcere come formazione sociale”.

Loading...

Altre Storie

“Ho preso una sigaretta da un alieno”: Cannabis shock, bambino ricoverato grave intossicazione

E’ accaduto a Milano, dove un bambino di 7 anni è risultato intossicato dalla cannabis. La notizia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *