Home » Varie & Avariate » Carne di cavallo nelle lasagne Findus: c’è dietro la mafia?

Carne di cavallo nelle lasagne Findus: c’è dietro la mafia?

lasagne-findusLe gang costringono veterinari e dipendenti dei mattatoi a far passare per bovina la carne di cavallo“. Tesi choc della stampa inglese. Dietro lo scandalo delle lasagne Findus esploso in Francia e poi allargatosi in parte dell’Europa ci sarebbe addirittura la mafia italiana. L’ipotesi arriverebbe direttamente da esponenti dell’esecutivo britannico: le frodi sono causate dalla nostra criminalità organizzata e dai clan dell’Est Europa

L’Italia è il maggior produttore europeo di carne di cavallo. La Polonia esporta ogni anno 25mila cavalli per la macellazione.

L’emergenza al momento non riguarda direttamente rischi per la salute delle persone. Rimane però un fatto da analizzare approfonditamente. Il punto più controverso è la preoccupazione per la facilità con cui si possono aggirare i controlli e quindi ingannare i consumatori con etichette false. Oggi i ministri dell’Agricoltura interessati si vedranno a Bruxelles con il Commissario alla Salute per cercare di correre ai ripari. Sullo scandalo ha preso posizione il presidente francese, Francois Hollande, che ha promesso sanzioni ”amministrative e penali” per le ”visibili mancanze”, per ”i profitti ed i comportamenti inammissibili”. Così sono scattati ‘‘controlli a tappeto’‘. Gli agenti antifrode francesi nella mattinata di lunedì si sono presentati delle diverse sedi delle società coinvolte, fra cui la Comigel di Metz e la Spanghero. Si è deciso di verificare la lista completa dei clienti e fare in modo che “nessun prodotto controverso resti sul mercato”.

Intanto la stampa inglese rilancia l’idea che dietro le frodi milionarie ci siano le mafie italiana e dell’est. Il ‘Daily Mail’ ricorda che l’Italia è il maggior produttore europeo di carne di cavallo e che la Polonia esposta 25mila cavalli l’anno per macellazione. Le gang costringerebbero poi veterinari e dipendenti dei mattatoi a far passare per bovina la carne di cavallo. Dall’ Italia Coldiretti e Cia tornano a chiedere una legislazione comunitaria che preveda l’indicazione dell’origine delle carni non solo per quella bovina, ma anche per maiale, pollo, coniglio e – appunto – cavallo.

Il caso del dna di carne equina presente nella carne di manzo si estende. Uno dei principali rivenditori di surgelati francesi, la catena Picard, ha reso noto di aver trovato tracce di carne di cavallo in due lotti di lasagne. La Picard ha precisato che i prodotti in questione sono stati realizzati dalla Comigel, l’azienda francese fornitrice anche della Findus che sembra all’origine del fenomeno. Due giorni fa il gruppo Findus Nordic ha annunciato che citerà la Comigel e i suoi fornitori per frode e mancato rispetto delle disposizioni contrattuali, a seguito dello scandalo della contaminazione di carne di cavallo in lasagne di manzo.

Fonte: affaritialiani.libero.it

Caricamento in corso ...

Altre Storie

Insonnia da dipendenza tecnologica: ne soffrono sempre più gli adolescenti

Uno studio condotto dal professore Claudio Mencacci direttore del Dipartimento Neuroscienze e salute mentale dell’ASST …

One comment

  1. Zoff Gentile Cabrini

    Ah ecco, li stavo aspettando: alla fine è sempre colpa degli italiani.
    Ma le prove ?
    Niente, ma gli italiani sono mafiosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *