Chioggia, 46enne si tuffa in mare da pedalò e scompare: trovato dopo un ora privo di vita

L’estate è ormai arrivata da diverse settimane e le giornate diventano sempre più calde motivo per il quale, proprio il mare o la piscina rappresentano un momento di svago e relax per moltissime persone, un modo anche per combattere proprio le alte temperature. Ed ecco che, proprio quella di ieri, sabato 23 luglio 2016, doveva essere una felice giornata da trascorrere al mare in compagnia degli amici per un uomo di 46 anni, extracomunitario, ma purtroppo si è trasformata in una vera e propria tragedia.

L’episodio, per essere più precisi, ha avuto luogo nella spiaggia di Sottomarina, importante località turistica, frazione e ora quartiere del comune di Chioggia, dove il 46enne si è gettato dal pedalò per fare un tuffo nel mare, ma purtroppo tale tuffo è risultato essere fatale in quanto l’uomo, in seguito, non è più riemerso. Per essere più precisi la tragedia avuto luogo nelle prime ore del pomeriggio intorno alle ore 14:30 quando tre amici, per divertirsi e trascorrere in maniera diversa il loro pomeriggio al mare, hanno deciso di affittare un pedalò allontanandosi pian piano dalla costa fino all’esatto punto in cui ha avuto luogo la tragedia ovvero nel mare antistante le torrette 17 e 18 .

Immediatamente i due amici hanno lanciato l’allarme nella speranza di trovare l’uomo ancora in vita, poco dopo le 14,30 sono stati avvisati i vigili del fuoco i quali hanno immediatamente inviato sul posto i pompieri del distaccamento della città clodiense, oltre che l’elicottero del 115 e i sommozzatori di Vicenza e poi ancora, sul luogo della tragedia, sono anche intervenuti i mezzi della capitaneria di porto. Più il tempo passava e sempre meno era la probailità di trovare l’uomo ancora in vita nonostante la speranza di amici e familiari ed infatti la ricerca dell’uomo è durata per circa un ora, senza sosta, ma purtroppo nonostante ciò ecco che alla fine ha avuto luogo il tragico ritrovamento.

Il corpo del 46enne disperso dopo essersi tuffato in mare da un pedalò è stato ritrovato privo di vita, a 30 metri dalla battigia e per lui non c’è stato nulla da fare. Un pomeriggio di relax e spensieratezza si è dunque trasformato in tragedia, una tragedia che ha messo fine alla vita di un giovane uomo e che ha distrutto la felicità di un gruppo di amici che aveva deciso di trascorrere al mare il sabato pomeriggio, nonostante le condizioni meteo, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, non fossero del tutto favorevoli. In spiaggia, al momento dell’arrivo dei soccorsi, erano presenti numerosi altri bagnanti che ignari di quello che stava realmente accadendo in mare, stavano trascorrendo dei momenti di relax e proprio all’arrivo dei soccorsi e dell’elicottero che per circa un ora ha  sorvolato la zona, si sono chiesti cosa stesse accadendo. Poi la tragica rivelazione.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*