Home » Cronaca & Calamità » Cina, esplosione Tianjin: animali come cavie contro il veleno
esplosione di tianjin

Cina, esplosione Tianjin: animali come cavie contro il veleno

Cina, piccoli animali adoperati come cavie dopo l’esplosione di Tianjin: il popolo teme che l’aria sia contaminata

Il governo cinese, al fine di allontanare il sospetto di avvelenamento tossico, a disposto centinaia di gabbie contenenti piccoli animali nell’area dove la settimana scorsa si è verificata l’esplosione di Tianjin.

I media locali affermano che i conigli e piccoli volatili siano sopravvissuti a distanza di due ore dall’inizio dell’esperimento e rassicurano i cittadini che non il rischio di avvelenamento da cianuro di sodio sono al momento nulli.

Ma le preoccupazioni sulla tossicità nel lungo periodo e sui rischi ambientali non cessano. All’interno del magazzino esploso le autorità hanno confermato che erano stipate 700 tonnellate di cianuro di sodio.
Inoltre, anche se ancora non è possibile stabilire un collegamento con certezza fra i due eventi, sulle rive di un fiume distante 6k dall’esplosione di Tianjin sono stati ritrovati migliaia di pesci morti.

Loading...

Altre Storie

Aviaria, Hong Kong vieta l’import di pollo e uova da Padova

L’autorità sulla sicurezza alimentare di Hong Kong ha preannunciato nella giornata di ieri il blocco delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *