Cittadini in rivolta:non vogliamo migranti

Per il momento hanno vinto i veronesi l’albergo Cristallo non verra’requisito dal prefetto se ne riparla entro meta’ novembre.Si sta creando un precedente pericoloso a tutti gli effetti perche’ non requisire anche gli appartamenti sfitti ai cittadini dal momento in cui un albergo a quattro stelle “struttura funzionante e non dismessa”parliamo di un albergo dotato di ogni comodita’e con attiguo ristorante anch’esso molto famoso.Un polo di eccellenza che le istituzioni intendevano trasformare in centro d’accoglienza.Il colpo di scena in serata con il passo indietro delle istituzioni, e rimandando il tutto al diciotto novembre.Lunedi malgrado la sospensione del provvedimento arrivato in tarda serata il gruppo “Verona ai Veronesi”e sceso in piazza per una manifestazione a sostegno dei cittadini di Castel D’Azzano.Al corteo hanno partecipato un migliaio di cittadini compreso il sindaco di Castel D’Azzano Antonello Panuccio. che e’ rimasto spiazzato dalla notizia della sospensione della requisizione.Tutto avviene per imposizioni verticali e centraliste,e infatti il primo cittadino del comune veneto non ci sta’.” Sto in fondo al corteo,la mia presenza e silenziosa ma assordante,voglio cosi’ esprimere la mia indignazione per le scelte fatte dalla Prefettura senza consultare la nostra amministrazione,”sono atteggiamenti che hanno delle conseguenze.Se infatti ci si fa’ beffe della volonta’ popolare ai cittadini rimane che per far valere le proprie ragioni scendere in piazza e fare casino.L’eco dei tumulti nel ferrarese arriva anche a Castel D’Azzano.E lo si e’ visto quando il corteo dei veronesi ha forzato per deviare dal percorso stabilito e raggiungere l’indirizzo dell’hotel Cristallo.Alla fine tutto e rientrato nei ranghi,ma dalla manifestazione si e levato il coro”Albergo Albergo”.Bisognava andare verso l’albergo a protestare e non in piazza Pertini dicono alcuni manifestanti.Una intenzione per il momento minoritaria,ma che rischia di prendere piede in larghi strati della popolazione se la politica continuera’ a gestire l’emergenza con il consueto miscuglio di stupidita’,arroganza e ideologia.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*