Claudio Messora e 50 attivisti del M5S sotto inchiesta

1

mes_messoraOre agitate per Claudio Messora, neocoordinatore della comunicazione del M5s. Il blogger è infatti indagato dalla Procura di Monza per ricettazione, violazione, sottrazione e rivelazione del contenuto di corrispondenza. Accuse abbastanza pesanti. Oltre a Messora sotto indagine è finito anche il giornalista Daniele Martinelli, collaboratore de Il Fatto Quotidiano e di Gianroberto Casaleggio. I due sarebbero coinvolti in un procedimento penale nei confronti di alcuni hacker legati al M5s. Ma non finisce qui. Sembra infatti che molto presto verrà aperto un altro filone di indagine a carico di 50 attivisti grillini per minacce di morte.

Già la mattinata era stata abbastanza movimentata per Messora, che si era scagliato contro i giornalisti su Facebook accusandoli di calunniarlo e di inventare storie sul suo conto: “I giornalisti onesti dovrebbero iniziare una guerra di liberazione da questi pseudo-omuncoli che sputtanano tutta la categoria. Se il Movimento Cinque Stelle non parla con nessuno (e d’ora in poi neppure io) è solo colpa loro”. E così aveva annunciato il suo silenzio stampa. Messora ha quindi continuato la sua invettiva contro i giornalisti al soldo del potere, accusandoli di diffamazione gratuita. Poi, con un tempismo perfetto, è arrivata l’indagine della Procura di Monza proprio dopo le dichiarazioni di Messora. Accanimento giudiziario o anche i grillini hanno i loro scheletri negli armadi?

SHARE