Home » Politica & Feudalesimo » Condannati a risarcire gli immigrati libici espulsi irregolarmente da Berlusconi

Condannati a risarcire gli immigrati libici espulsi irregolarmente da Berlusconi

La Corte europea dei diritti umani di Strasburgo ha condannato l’Italia. Il Bel Paese, secondo quanto accertato ha respinto irregolarmente 24 immigrati libici nel 2009 (governo Berlusconi), violando l’articolo 3 della Convenzione sui diritti umani, quello sui trattamenti degradanti e la tortura. La Corte, inoltre, ha stabilito che l’Italia ha violato il divieto alle espulsioni collettive, oltre al diritto effettivo per le vittime di fare ricorso presso i tribunali italiani.

Morale della favola? Dovremo risarcire con soldi nostri 22 delle 24 vittime, che hanno presentato ricorso, versando loro 15mila euro più le spese processuali. La Russa e Borghezio affermano che “l’Italia si è sempre comportata correttamente e nel pieno rispetto dei diritti umani” e che Corte Europea come al solito “esagera”. La Russa (PDL) e Borghezio (Lega Nord).

Mentre il nuovo premier tecnico Monti e la Cancellieri affermano che esamineranno la sentenza con la massima attenzione, intanto c’è da registrare le mega figuraccia fatta a livello internazionale e il fatto che alla fine a pagare saranno ancora una volta i cittadini.

Loading...

Altre Storie

Gentiloni si piega agli scafisti Nessun blocco navale in Libia

Il blocco navale è «escluso». Sarebbe, spiega Roberta Pinotti, «un atto ostile» nei confronti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *