Home » Politica & Feudalesimo » Consigliere comunale tampona carabinieri e si spaccia per il gemello
carabinieri

Consigliere comunale tampona carabinieri e si spaccia per il gemello

Un consigliere comunale con patente sospesa ha tamponato una pattuglia dei carabinieri e per cercare di evitare pesanti sanzioni si è spacciato per il fratello gemello. È successo a L’Aquila lunedì scorso, all’uscita dell’autostrada Aquila Ovest dell’A24. Secondo la ricostruzione effettuata dalla polizia stradale, il consigliere comunale del Partito Socialista ha tamponato una vettura di servizio della compagnia dei carabinieri di Tagliacozzo, ma una volta sceso dalla vettura si è presentato con il nome del fratello gemello.

Insospettiti dall’agitazione dell’uomo, i militari gli hanno chiesto ulteriori spiegazioni e una volta chiesti i documenti, il consigliere ha dichiarato di averli lasciati a casa. Accompagnato in Questura, sono emerse le reali generalità ed è stato scoperto anche che il consigliere aveva persino la patente sospesa e non avrebbe potuto essere alla guida. Nei confronti del politico di L’Aquila, dunque, è scattata la denuncia per guida con patente sospesa, falso, sostituzione di persona più altre contestazioni relative al tamponamento della vettura dei carabinieri.

Loading...

Altre Storie

Con l’auto sulla folla: «Volevo ammazzarne tanti»

«Volevo ammazzarne di più», dichiara stralunato al pm Stefano Latorre che va a interrogarlo nel …

4 comments

  1. Triste sapere che qualcuno del suo partito lo abbia giudicato CAPACE di amministrare la cosa pubblica. DX o SX molti sono uguali….

  2. ClaudioItaliano

    Spero che in una buona scazzottata tra fratelli il gemello gliele suoni di santa ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *