Home » Lavoro & Schiavitù » Contro i giovani, contro il merito: Tfa, ennesima vergogna

Contro i giovani, contro il merito: Tfa, ennesima vergogna

Tra un mese e mezzo circa inizieranno le prove d’ingresso per il Tfa. Il tirocinio formativo attivo è il corso che dà l’abilitazione necessaria all’insegnamento nelle scuole medie inferiori e superiori. I posti a disposizione sono circa 20mila. Al Tfa possono partecipare tutti i dottori che abbiano conseguito una laurea specialistica.

E tutti i precari entrati nella scuola senza avere fatto nessun concorso – vi chiederete – che percorso faranno? Grazie alla pressione dei sindacati, il governo ha approvato una norma che consente loro di abilitarsi senza nemmeno dovere superare i test di accesso al Tfa (l’importante è avere insegnato 540 giorni). Per i comuni mortali – va precisato – è necessario avere un punteggio superiore alla sufficienza, non basta essere tra i migliori 20mila.

Riepiloghiamo: chi ha insegnato per 540 giorni, parteciperà automaticamente al Tfa. I “semplici” laureati dovranno affrontare una durissima selezione – che consiste in ben tre prove – e ottenere un punteggio superiore alla sufficienza, altrimenti sono esclusi.

Cosa questo comporti è molto chiaro. Il governo uccide le speranze dei più giovani, premiando invece coloro che hanno già insegnato tramite le graduatorie di terza fascia. E le competenze? Il merito? Non contano praticamente nulla. Uno può anche essere un genio della matematica ma, se è “solo” laureato, dunque non ha mai insegnato a scuola, è automaticamente dietro chi ha fatto lezione per almeno 540 giorni, ma non ha superato nessun concorso pubblico.

Ora, vero è che anche i più giovani hanno la possibilità di abilitarsi. Ma il Tfa rischia di essere solo carta igienica. Infatti i nuovi abilitati sono destinati a restare indietro in graduatoria. E, visto che le cattedre disponibili sono solo poche migliaia (in alcune materie ci sono addirittura dei tagli), le probabilità di insegnare in questo decennio sono prossime allo zero. Ma sì, continuiamo pure a chiederci perché la disoccupazione giovanile in Italia è alle stelle…

Loading...

Altre Storie

Cina shock: primo trapianto di testa su un cadavere, è russo il primo volontario vivente

Sarà il neurochirurgo italiano Sergio Canavero ad effettuare quest’intervento senza precedenti. Il dottor Canavero metterà …

7 comments

  1. si magari hai ragione tu come no!!!!!! tu sicuramente sei bello fresco di laurea e magari ti va di fortuna perchè passi quello generale e io che ho 6 anni di insegnamento e ho vissuto all estero imparando anche la lingua perfettamente non passo la prima prova che non è tra l altro di lingua ( parlo di spagnolo) e vuoi anche passarmi avanti ??? inoltre quest anno hanno messo gli esami tfa all inizio di luglio(parlo sempre di spagnolo) cosi chi lavora non ha neanche il tempo di studiare perche gli esami finiscono a giugno e magari devo farmi superare da un ragazzino come te fresco di studi ma prima di scrivere articoli pensa a tutto quello che c è dietro..va saluti

  2. e poi per concludere e per callarte la boca come si dice in spagnolo a te e ad altri leggetevi questa parte di una petizione : normative vigenti le quali, pur con specificità differenti, richiamano apertamente alcuni diritti di cui sopra e che sembrano essere in contrasto con il percorso abilitante in fieri. Ci riferiamo nella fattispecie: alla direttiva europea 2005/36/CE, alla legge 143/04, articolo 2 e al precedente del DM 85/05, recante l’attivazione dei corsi speciali per il conseguimento dell’abilitazione al personale docente in possesso di almeno 360 giorni di servizio. quindi se ti andavi a leggere la normativa europea non lo facevi questo discorso di “ennesima vergogna”

    • Cooper Theory

      Il punto che probabilmente non avete inteso è semplicissimo: non si può favorire un laureato, piuttosto che un altro, semplicemente perché magari uno è più anziano e ha messo piede a scuola. La scuola è piena di prof anziani e a volte ignoranti, che nessuno si sognerebbe di cacciare. Cosa c’è che vi spaventa? Confrontarvi con chi è più giovane e magari ne sa più di voi? Se siete così straordinariamente certi delle vostre competenze, perché non volete concorrere ad “armi pari”? Il Brasile non avrebbe mica paura di sfidare San Marino; non vorrebbe la partita vinta a tavolino, vorrebbe giocarsela. Ma forse, chi si sente il Brasile, in verità è San Marino.

  3. scandaloso è che chi ha scritto questo articolo non mi ha ancora risposto ma si puo capire perchè ,visto che non si è nemmeno documentato sulle normative europee cosi lo scandalo è mio caro amico il fatto che tu non lo abbia ancora ritirato(l articolo) ci faresti sicuramente piu bella figura

    • Cooper Theory

      ritirare cosa? e perché? ti dà fastidio l’articolo 21 della Costituzione?

      • dai retta a me ci fai piu bella figura a ritirare l’ articolo perchè mi sa che sei ignorante in materia ti ho gia spiegato di andarti a vedere la direttiva europea 2005/36/CE, alla legge 143/04, articolo 2 e al precedente del DM 85/05, recante l’attivazione dei corsi speciali per il conseguimento dell’abilitazione al personale docente in possesso di almeno 360 giorni di servizio allora non hai letto cosa ho scritto sopra non ti mettere in cose che non sai e poi se tin fossi degnato di leggere il post sopra avresti capito quello che io intendo ( a parte ripeto la legge europea che non ti sei degnato di leggere ) che te magari fresco di laurea e avendo avuto un anno o piu per prepararti anche sul test generale( che è generale e non tutto su lingua spagnola che è la mia materia) rispetto a me che ho avuto da fare l esame fino ad oggi (e finisco il 28) puoi magari passarlo a culo e passarmi davanti allora faresti meglio a leggere i commenti bene e dopo a ritirare questo articolo vergognoso

      • e poi per la cronaca io sono giovane e ho vissuto tanto in spagna quindi non ti credere di parlare con un anziano che tralaltro dfovresti anche rispettare di piu ma meno male che sto articolo l’ ho letto solo io perche se no ti coprivano d insulti mi sa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *