Corte dei Conti Sicilia: irregolari spese Pd, Fi, Udc, ok M5S

0

La rivoluzione renziana può attendere. I vecchi partiti non hanno nessuna intenzione di cambiare. Nonostante gli scandali degli ultimi anni, non c’è stata la tanto auspicata svolta a 360 gradi. Il problema sono ancora una volta i soldi. Valanghe di denaro gestite, per usare un eufemismo, “allegramente”.

La Corte dei conti della Sicilia ha accertato irregolarità per oltre 1,5 milioni di euro nelle rendicontazioni dei gruppi parlamentari dell’Assemblea regionale siciliana. I magistrati hanno riscontrato irregolarità nei seguenti gruppi parlamentari: Pid-Cantiere Popolare per 107.240,63 euro, Grande Sud-Pid-Cantiere popolare per 72.765,21 euro, Pd per 1.484,37 euro, Grande Sud per 109.246,34 euro, Udc per 40.204,77 euro, Partito dei Siciliani-Mpa per 552.024,18, Pdl verso il Ppe per 656.389,51 euro e Democratici riformisti per la Sicilia per 3.273,75 euro.

Regolari, invece, le rendicontazioni dei seguenti partiti: M5S, Megafono-Lista Crocetta, Articolo 4, Lista Musumeci e Gruppo Misto.

Nella foto: Giancarlo Cancelleri, consigliere regionale siciliano del M5S.

SHARE