Home » Varie & Avariate » Da Capitan America a Falcon razzismo e immigrazione diventano i temi della serie

Da Capitan America a Falcon razzismo e immigrazione diventano i temi della serie

Fox e Friend e la Marvel sfruttano il filone Falcon di Capitan America per introdurre nuovi nemici comuni come i razzisti e coloro che si oppongono all’immigrazione

La Marvel ha recentemente cambiato la situazione in tavola di Capitan America, dando la tuta a Sam Wilson, l’uomo precedentemente noto come il supereroe nero Falcon.

Nel suo primo numero, Captain America: Sam Wilson # 1, Wilson combatte contro i Figli del Serpente, un gruppo di sciovinisti che si oppone a tutti coloro che non sono bianchi e cristiani. Tenete a mente, i Figli del Serpente vengono combattuti da Capitan America e gli Avengers da circa 50 anni, dal momento che hanno fatto la loro prima comparsa nel numero Avengers # 33, pubblicato nel settembre del 1966.

Fox & Friends, canale minore della Fox, ha deciso di dedicare tutto il segmento a questo ultimo numero, perché si oppongono al fatto che Capitan America combatta razzisti, a quanto pare. Morris inizia presentando la nuova versione nera di Capitan America come una trovata pubblicitaria, perché “sempre più americani stanno andando a vedere i film, stanno andando a vedere i film della Marvel”, piuttosto che leggere i fumetti, aggiungiamo noi.

Clayton Morris, di Fox e Friends quindi presenta adesso i Figli di Serpente, che aiutano la milizia armata americana a fermare i clandestini che attraversano la frontiera con il Messico. Di loro se ne occuperà Wilson, dal momento che questi non sono i classici nemici ci Capitan America come Hydra.

Ci si chiede come mai finora non sia stata creata una serie in cui Capitan combatte l’ISIS al posto degli “americani comuni, d’altronde occorre sempre ricordare il personaggio era nato per opporsi al Nazismo e poi ai russi, nemici del governo statunitense durante gli anni della Guerra Fredda. Dalla morte di Hitler, avvenuta nel 1943, Capitan America ha perso il suo nemico per eccellenza, adesso bisogna creargliene uno nuovo, che sia più umano e temuto possibile.

Loading...

Altre Storie

“Ho preso una sigaretta da un alieno”: Cannabis shock, bambino ricoverato grave intossicazione

E’ accaduto a Milano, dove un bambino di 7 anni è risultato intossicato dalla cannabis. La notizia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *