Home » Politica & Feudalesimo » Dell’Utri: “mi candiderò fino alla morte”

Dell’Utri: “mi candiderò fino alla morte”

Dell-Utri-e-BerlusconiMarcello Dell’Utri non molla di un centimetro, anzi. Molto probabilmente il popolo italiano lo rivedrà “felicemente” sedere in Parlamento un’altra volta. Felice Cavallaro del Corriere della Sera lo ha intervistato. Sentite cosa e come ha risposto il senatore palermitano plurindagato e pluricondannato. Risponde così su una sua eventuale candidatura:«Nessuno mi ha candidato, non ho ricevuto proposte». Salvo smentirsi pochi secondi dopo: «Finché sono vivo, continuerò a candidarmi. Non lo farò più solo da morto. Ma fino a quando non sarò morto…».

Dell’Utri smentisce anche una sua candidatura con il movimento “Grande Sud” di Gianfranco Miccichè: «Io con Gianfranco? Ma chi se l’è inventata questa storia?».

Gli chiedono di Ingroia e lui risponde così: «Per me resta il capofila di una Procura che ha continuato a sostenere tesi da fanatici. Fissati su teorie inesistenti. Sul nulla».

Questo è solo uno stralcio dell’intervista di Dell’Utri sulle colonne del Corriere della Sera. Risposte autoreferenziali di un uomo che è stato anche condannato a sette anni di carcere, ma che ci ritroveremo, ancora una volta, in Parlamento. Povera Italia

Loading...

Altre Storie

Gentiloni si piega agli scafisti Nessun blocco navale in Libia

Il blocco navale è «escluso». Sarebbe, spiega Roberta Pinotti, «un atto ostile» nei confronti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *