Deutsche Bank vende la sua quota di Hua Xia Bank per 3 miliardi di euro

La Deutsche Bank vende Hua Xia Bank, incassa 3,4 miliari di euro e ritorna in pari

La Deutsche Bank, il più grande istituto di credito della Germania, ha dichiarato ieri che i vertici hanno accettato di vendere la sua quota pari a quasi il 20 per cento della Hua Xia Bank quotata a Shanghai, per un valore che supera i 3 miliardi di euro. Un’operazione colossale, con cui la compagnia tedesca si divincolerà dai lontani mercati asiatici.
Deutsche Bank ha accettato di vendere la sua intera quota del 19,99 per cento del capitale di Hua Xia Bank alla PICC Property e alla Casualty Company Limited (2328) per un corrispettivo di 23-25.7 miliardi di yuan o circa 3,2-3700000000 di euro sulla base dei tassi di cambio correnti,” ha fatto sapere tramite un comunicato la banca tedesca, sostenendo che la mossa è in linea con la sua nuova strategia di recedere da un certo numero di mercati esteri per risparmiare denaro. Già nel mese di ottobre, la Deutsche Bank ha fatto sapere che le svalutazioni massicce sulla sua partecipazione a Hua Xia avevano contribuito a spingere in rosso i dati del terzo trimestre. Quando la Deutsche Bank aveva investito in Hua Xia nel 2006 per sfruttare il settore bancario al dettaglio della Cina, il prestatore cinese si trovava al di sotto di 4 yuan per azione, rispetto ai 11,44 yuan a riscontrati oggi.
deutsche bank

La scelta strategica ora invece è in linea con il periodo critico della Deutsche Bank, che recentemente ha annunciato l’intenzione per tagliare 15.000 posti di lavoro, licenziare le imprese che impiegano circa 20 mila impiegati e sospendere i dividendi per due anni nel tentativo di rafforzare le sue finanze.

L’operazione è tuttora sottoposta alle consuete autorizzazioni regolamentari, tra cui una operata dalla China Banking Regulatory Commission. La cessione si stima che avrà un impatto finanziario fortemente positivo e aiuterà ad aumentare la quota di capitale della Deutsche Bank.
Abbiamo fatto la nostra prima partecipazione in Hua Xia Bank nel 2006“, ha detto il co-amministratore delegato John Cryan. Ma “ora è il momento giusto per noi di vendere questo investimento“.
La Cina resta un mercato di crescita fondamentale per noi. Non vediamo l’ora di lavorare con Hua Xia Bank e PICC Property e Casualty Co. sulla transizione del nostro investimento“, ha aggiunto. In realtà sembra di leggere tra le righe che l’istituto di credito di bandiera tedesco non veda l’ora di sbarazzarsi di un investimento divenuto ormai scomodo e incassare i guadagni per ristabilire i propri bilanci al più presto.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*