Home » Primo piano » Dieta dell’ananas e della carota, perdere peso in modo del tutto sano

Dieta dell’ananas e della carota, perdere peso in modo del tutto sano

La dieta dell’ananas è una delle più gettonate nell’ultimo periodo in quanto promette di perdere velocemente qualche chilo in eccesso. In particolare sarebbe possibile dimagrire 4 chili pochi giorni. Ed in effetti questo frutto ha delle proprietà che lo rendono indicato per una dieta dimagrante. In ogni caso prima di intraprendere qualsiasi percorso dietetico vi consigliamo sempre di rivolgervi al vostro medico curante o a uno specialista, ad esempio un dietologo. Detto ciò, tra le proprietà molto interessanti di questo frutto esotico c’è quella di prevenire la cellulite. In particolare contiene la Bromelina, una sostanza che ha un potere antinfiammatorio che favorisce il drenaggio dei liquidi in caso di cellulite ed avrebbe anche degli effetti anti-tumorali. Oltre a ciò si tratta di un frutto poco calorico in grado di contrastare anche la ritenzione idrica. Grazie all’apporto di magnesio, che rinforza le ossa e il potassio utile a favorire il recupero muscolare dopo gli allenamenti degli sportivi, si tratta di un alimento utile non soltanto per dimagrire. Contiene inoltre anche un buon quantitativo di vitamina C.

Si chiama dieta lampo proprio perché bastano pochi giorni per ottenere dei risultati. In particolare l’ananas durante questi giorni di dieta sarà l’alimento principe che accompagnerà i vostri pasti. Vi diamo il menù di una giornata tipo a base di questa dieta lampo all’ananasColazione: iniziate con un bicchiere di succo d’ananas senza zucchero accompagnato da un frutto e una tazza di the. A metà giornata fate uno spuntino con un bicchiere di succo d’ananas senza zucchero. A pranzo prendete due fette di ananas fresco, una fetta di pane, 50 grammi di ricotta di mucca.
Nel pomeriggio fate merenda con un bicchiere di succo d’ananas senza zucchero più una mela.

Dieta dell’ananas, cellulite ko. DIETA ANANAS, DIMAGRISCI 4 KG IN 3 GIORNI – la bromelina

La dieta dell’ananas è ricca di proprietà, fa bene alla salute. I punti di forza dell’ananas? La Bromelina, un principio attivo dell’ananas, farmaco antinfiammatorio molto usato. Il succo di ananas può essere usato come mezzo di contrasto per alcuni esami che prevedono risonanza magnetica, sostituendo l’impiego di sostanze di sintesi più costose. L’ananas è consigliato a chi fa una dieta e a chi soffre di ritenzione idrica.

Dieta dell’ananas, cellulite ko. DIETA ANANAS, DIMAGRISCI 4 KG IN 3 GIORNI – cellulite, ritenzione idrica

La dieta dell’ananas si giova dei benefici che comporta l’assunazione dell’ananas stesso: lotta alla cellulite, ritenzione idrica, effetti digestivi. L’anas ha poche calorie (100 grammi hanno circa 42 calorie). Per questo la dieta dell’ananas è adatta alle diete ipocaloriche, ricca di acqua, e contenente carboidrati sotto forma di zuccheri e in particolare di glucosio, fruttosio e saccarosio, povera di fibre, fonte di vitamina C, potassio e magnesio.

Pochi lo sanno, ma si usa proprio…tutto!
Oggi se ne conosce e coltiva un numero strepitoso di varietà e dell’Ananas non si getta niente, nemmeno le foglie, che vengono usate per la produzione di fibra impiegata nella fabbricazione di cordami e tessuti.  Grazie al suo ricco contenuto di vitamine e sali minerali è indispensabile a ottobre per  rinforzare il  sistema immunitario in vista  dell’inverno. Mangiamone due fette al giorno, per tutto il mese.

Una sferzata di energia per il sistema immunitario
Oltre ad essere un frutto gustoso, digeribile e nutriente, l’ananas ha anche sorprendenti effetti salutari. La sua polpa, composta da acqua, proteine e carboidrati, è ricca di potassio, vitamine C e A e carotenolo, particolarmente utili in questa stagione per rinforzare il sistema immunitario. Dai gambi dei frutti freschi, poi, si ricava la bromelina, un enzima sulfidrilico con azione proteolitica che si è dimostrato capace di controllare i fenomeni infiammatori, gli edemi post traumatici e il riassorbimento degli stravasi emorragici.

Come sceglierlo: il profumo è la garanzia
Per prima cosa, annusate: si deve sentire il profumo caratteristico dell’ananas. Poi controllate la buccia: quella di un frutto fresco e maturo è verde cangiante in giallo-oro. Evitate gli ananas con la buccia di colore verde-grigiastro (troppo acerbi), o marrone (troppo maturi). In un sacchetto o in una pellicola trasparente l’ananas si conserva in frigorifero per 3 o 4 giorni.

Eliminando queste tossine coinvolte, riusciamo ad avere dei grandi benefici su questo problema. Ci sono due aspetti fondamentali che devi sapere, tutte queste sostanze benefiche dell’ananas, sono contenute nel gambo, cioè, sulla parte più legnosa quella più dura, ovvero in quella parte che andiamo sempre a buttare. Detto ciò, è consigliabile di mangiare l’anans a fette e cercare di conservare una parte di quella porzione più dura. Il secondo consiglio, è quello di non conoscere mai l’ananas, ossia per fare torte, o delle marmellate, perché tutti gli effetti benefici si annullano.

Si tratta di una dieta ipocalorica «lampo», perché aiuta a perdere peso in fretta, per essere pronti in vista della prova costume o per preparare l’organismo a un regime alimentare più sano e leggero. «Si tratta di una dieta molto efficace, a patto che ci si alimenti in modo equilibrato – spiega Maria Vittoria Ristori, nutrizionista dell’ospedale Bambin Gesù di Roma -. Si può portare avanti per quattro o cinque giorni, poi va interrotta e ripresa dopo un mese. Questo perché ha un contenuto elevato di fibre e proteine, ma è quasi del tutto priva di carboidrati. Permette di perdere fino a quattro chili nell’arco di una settimana.

Dopo è necessario reintrodurre i carboidrati a basso impatto glicemico». Al centro di questo regime alimentare c’è l’ananas, un frutto dalle molteplici proprietà benefiche. «Intanto è poco calorico – conferma l’esperta -, inoltre è un anti infiammatorio e anti ossidante naturale. Ma questo frutto aiuta anche a drenare i liquidi in eccesso, e questo è molto importante quando fa caldo, e contiene la bromelina, una proteina che aiuta la digestione, specialmente delle proteine».
L’ananas è anche ricchissimo di sostanze nutrienti salutari per l’organismo, come acqua, vitamine e sali minerali. Per esempio, ha un elevato contenuto di vitamina C, pari al 50 per cento del fabbisogno giornaliero. Inoltre è ricca di tiamina (vitamina B1), vitamina B6 e folati. Tra i minerali è abbondante il manganese, essenziale per il benessere delle ossa e per il suo ruolo nel metabolismo del glucosio. Discreto anche il contenuto di rame, minerale fondamentale per la funzione di numerosi enzimi tra cui le superossido dismutasi, essenziali nella protezione dai radicali liberi. Infine il frutto ha un indice glicemico particolarmente basso. Proprio per queste ragioni è indicato in numerose diete, ma più in generale nell’ambito di un regime alimentare sano ed equilibrato. «Questa dieta è particolarmente consigliata per le persone che vogliano perdere qualche chilo in eccesso velocemente o per quelle che vogliano dare una scossa forte al metabolismo per far scendere il peso – va avanti la nutrizionista -. È molto utile prima delle vacanze, per eliminare i chili di troppo. Ma anche al rientro a casa, per disintossicarsi dagli eccessi. Può essere indicata anche dopo le feste, Natale o Pasqua, proprio per questo scopo». Anche perché le controindicazioni sono pochissime. «È sconsigliata solo per chi ha problemi di insufficienza renale o chi non può mangiare troppe proteine – conclude -. In tutti gli altri casi va benissimo, perché contiene pollo e pesce». L’importante è non esagerare, intervallandola con alimenti a base di carboidrati.

Vi proponiamo i 10 benefici salutari del succo di carota:

1 –  ripulisce il fegato, non solo disintossica l’organismo, ma agevola anche chi sta cercando di perdere il peso.

2 –
rinforza sistema immunitario, attraverso i suoi numerosi nutrienti, il succo di carota aiuta il sistema immunitario a lavorare meglio.

3 – mantiene migliora la struttura ossea, e dei denti è naturalmente ricca in calcio

4 – combatte l’invecchiamento cutaneo, ha un potere rigenerante soprattutto per la pelle ma anche dei capelli e delle unghie.

5 – è un rimedio per l’acne, bere succo di carota aiuta a prevenire e migliorare il problema dell’acne.

6 – mantiene migliora la vista, ci veniva detto “Madonna carota che poi ci vedi meglio”.

7 – aiuta a guarire più velocemente dalle ferite e dalle punture di insetto

8 – lotta contro la bronchite un bicchiere di succo di carota con un cucchiaino di miele aiuta a ripulire i bronchi

9 – stabilizza i valori dello zucchero nel sangue, sono ormai studiati dimostrati i vantaggi di questa verdura per i diabetici

10 – migliora la qualità del latte materno aumentando la somministrazione di vitamina per il neonato.

Se pensi a un regime dimagrante ti vengono in mente deprimenti piattini di riso in bianco, porzioni punitive di zucchine scondite e orrende fettine di carne senza sale né charme? Ti sbagli: mettersi a dieta non significa ripetere la raccapricciante esperienza delle mense scolastiche. Si può perdere una taglia in due settimane e sconfiggere, grazie alle armi segrete dell’ananas, la cellulite. Contro la pelle a buccia d’arancia bevi almeno due litri d’acqua al giorno e mangia cibi che ne siano ricchi come l’ananas, appunto, che ne è composto
all’86,4 per cento. Questo frutto è anche carico di potassio (250 mg ogni 100 g), prezioso per ristabilire l’equilibrio tra i sali minerali ed eliminare i liquidi in eccesso. E senza aggiungere tante calorie: solo 40 in 100 grammi.

L’ananas è una pianta originaria dell’America del sud, conosciuta dalle popolazioni precolombiane (Maya, Atzechi e Incas), che avevano esteso la sua coltivazione nelle aree fertili della fascia tropicale sud-americana.

Con la scoperta del nuovo mondo la coltura si diffuse negli altri continenti a clima tropicale (Asia, Africa) ad opera degli Spagnoli, dei Portoghesi e dello stesso Colombo, che vide per la prima volta questa pianta nell’isola di Guadalupa, al suo secondo viaggio nel 1493. Attualmente la specie è coltivata su larga scala in Africa (Costa d’Avorio), nelle due Americhe (U.S.A., Messico, Brasile), in Asia (Malesia, Tailandia, Filippine, Cina) e in Australia. La produzione mondiale si aggira sui 5 milioni di tonnellate.

Botanicamente l’ananas viene classificato come Ananas comosus e appartiene alla famiglia delle Bromeliacee. Oltre al consumo locale e al commercio dei frutti freschi, una gran parte del raccolto è destinata all’inscatolamento (l’ananas è in assoluto il frutto in scatola più consumato in Europa) mentre il resto è usato per la preparazione di succhi, confetture e cubetti per macedonie.

Dieta della carota, perdi peso di 8 chili in 14 giorni

La carota è un alimento che ha notevoli proprietà nutrizionali ed è molto benefico per la salute specialmente se utilizzato nel modo corretto. La carota porta notevoli benefici all’apparato gastrointestinale essendo digestiva e carminativa, ovvero, aiuta l’espulsione dei gas intestinali ed è molto utile quando ci sono gonfiori, fermentazioni il meteorismo. Inoltre, la carota è anche utile nelle digestioni che sono lunghe e difficoltose. La carota è un ottimo regolatore intestinale ed è benefica sia in caso di diarrea, che in caso di sipsi.

Cruda, in insalata. Oppure cotta, semplicemente lessata o come ingrediente base per torte e sformati. E, naturalmente, nel soffritto, insieme a cipolla e sedano, ecc. La carota è tra gli ortaggi più conosciuti e diffusi, soprattutto per una ragione: tutti sanno che è un’ottima alleata della tintarella. Ma non è questo l’unico buon motivo per portarla in tavola. La carota fornisce solo 34 calorie all’etto, è ricca di vitamine e sali minerali: tutte ottime ragioni per sfruttarla anche per depurarti e, magari, perdere qualche chiletto di troppo.Fa bene a tutti. Ma soprattutto alle donne. Oltre a prevenire l’invecchiamento, la carota regola il ciclo mestruale, aiuta l’intestino e favorisce la digestione. In più contiene sostanze che aumentano la produzione del latte materno nell’allattamento. La carota è anche un’ottima alleata di bellezza: svolge un’azione antinfiammatoria, utile contro dermatiti, eczemi, scottature e foruncoli. E possiede proprietà idratanti e nutrienti, che aiutano a combattere la pelle secca.

Eccoti allora una dieta da circa 1.300 calorie al giorno che ti consentirà di smaltire uno o due chili in una settimana senza alcun sacrificio a tavola. Carote a parte, la dieta ha parecchi altri punti di forza: è ricca di verdure, sia crude che cotte, che ti aiutano a fare il pieno di liquidi, di vitamine e sali minerali, ottenendo così un effetto disintossicante. Inoltre, prevede
primi e secondi piatti semplici e metodi di cottura leggeri.

E se ti viene un attacco di fame improvviso? Scegli uno di questi spuntini: uno yogurt bianco magro, un frutto di stagione oppure un bicchiere di spremuta di arancia o di pompelmo.
Occhio ai condimenti. Per non eccedere, regolati così: per i primi piatti aggiungi due cucchiaini di olio extravergine. Solo uno sulle insalate o sulle verdure cotte e un altro nei secondi a base di carne o pesce.

La dieta della carota che ti proponiamo ha il vantaggio di essere molto povera di calorie, di aiutare a perdere peso, di purificare e di apportare una grande quantità di antiossidanti (vitamine A, C, ed E) e fibre.

Il suo alimento base è la carota, che, come sicuramente saprai, nella nostra alimentazione è una delle più importanti fonti di vitamina A e di beta-carotene, una sostanza che nell’organismo si trasforma in vitamina A, agendo come antiossidante.

Dieta delle carota

La carota è molto facile da combinare; la puoi mangiare cruda o cotta, associata a qualunque altro alimento, è molto ricca di fibre e di acqua, aiuta a riparare la pelle maltrattata da agenti atmosferici (sole, vento, inquinamento), preparandola al tempo stesso ad esporsi senza rischio ai raggi solari. Previene il melanoma, fortifica le mucose dell’apparato respiratorio (gola, narici…), esercitando così un’azione preventiva contro il catarro e le faringiti, che ci minacciano in inverno.

 VALORI NUTRIZIONALI DELLA CAROTA.

Carote: quantità per 100 grammi

Calorie 33

Lipidi 0,2 g

Acidi grassi saturi 0 g

Acidi grassi polinsaturi 0,1 g

Acidi grassi monoinsaturi 0 g

Acidi grassi trans 0 g

Colesterolo 0 mg

Sodio 69 mg

Potassio 320 mg

Glucidi 10 g

Fibra alimentare 2,8 g

Zucchero 4,7 g

Fabbisogno proteico 0,9 g

Retinolo 16.706 IU

Acido ascorbico 5,9 mg

Calcio 33 mg

Ferro 0,3 mg

Vitamina D 0 IU

Piridossina 0,1 mg

Cobalamina 0 µg

Magnesio 12 mg

Dieta della carota: menù settimanale 1000 calorie

LUNEDÌ Colazione: un bicchiere di latte scremato, una fetta di pane tostato integrale con un cucchiaino di marmellata dietetica. Metà mattina: un succo di carota e due biscotti integrali. Pranzo: insalata di lattuga, pomodoro, carota grattata e mais, condita con poco olio, limone e poco sale. una bevanda senza zucchero e senza caffeina. Cena: passato di verdure con lattuga, sedano, porro, carota, bieta e fagiolini, un goccio d’olio e un pizzico di sale. Un uovo in tegame o a frittata.

MARTEDÌ

Colazione: un bicchiere di latte scremato con cereali integrali (aiutano a combattere la stipsi). Metà mattina: un infuso, due carote crude pulite e una fetta biscottata integrale. Pranzo: crema di carote, due lombatine alla piastra, una mela cotta ( puoi prepararla anche al microonde in tre minuti). Merenda: un succo di pomodoro e due biscotti integrali. Cena: cavolfiore bollito, condito con succo di limone e un po’ di olio d’oliva. Una gallinella di mare o una sogliola alla piastra, condite con erbe aromatiche come il ginepro e il dragoncello. Dessert: uno yogurt magro senza zucchero.

MERCOLEDÌ

Colazione: latte scremato con muesli alla frutta. Metà mattina: succo di carota, una fetta di pane tostato e un formaggino magro. Pranzo: riso bianco (una tazza dopo la cottura), con contorno di carote bollite tagliate a fettine. Una fetta di pesce spada alla piastra. Uno yogurt magro. Merenda: una mela e due biscotti integrali. Cena: insalata di indivia, carote grattate e crescione, condita con limone, un goccio d’olio e un pizzico di sale. Formaggio fresco con un cucchiaio di miele.

GIOVEDÌ

Colazione: latte scremato, due fette di pane tostato integrale con un po’ di miele. Metà mattina: un bicchiere di succo di pomodoro e due carote crude. Pranzo: purè di patate e carote. Un hamburger di carne magra alla piastra; insalata di lattuga. Uno yogurt magro. Merenda: un infuso e una fetta di pane integrale.Cena: verdure miste (bieta, carote e broccoli) in padella o al forno. Rifreddo dì petto di tacchino (due fette). Una mela.

VENERDÌ

Colazione: insalata di frutta con uno yogurt magro e due cucchiai di cereali integrali o muesli. Metà mattina:succo di carote e due formaggini magri. Pranzo: lenticchie stufate con carote, sedano, porro e cipolla. Due fette di carne arrosto (roastbeef, filetto). Un infuso. Merenda:un succo di pomodoro e carote con un biscotto integrale. Cena: merluzzo al vapore con carote grattate e una patata bollita. Formaggio fresco.

SABATO

Colazione: un infuso e un succo di carote. Pranzo: riso con verdure. Pesce alla griglia. Infuso. Merenda: bevanda fresca senza zucchero e senza caffeina. Cena: crudità di sedano, rape e carote con formaggio magro. Carne alla piastra. Infuso.

DOMENICA

Colazione: un infuso e un succo di carota. Pranzo: verdure alla piastra: melanzane, carote, funghi, peperoni e pomodori. Riso bianco. Macedonia di frutta. Merenda:una bevanda fresca senza caffeina e senza zucchero. Cena: un succo di carota. Formaggio fresco con insalata di pomodori.

La dieta della carota dura una settimana e grazie a questo menù da 1000 calorie si possono perdere 2 chili.

Loading...

Altre Storie

Richiamato lotto di porchetta di Ariccia Igp per rischio microbiologico

Ma negli ultimi giorni è nato l’allarme sul prodotto sottovuoto a marchio Fa.Lu.Cioli… Sul sito del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *