Home » Politica & Feudalesimo » Diffamazione e odio razziale verso la Kyenge: Calderoli indagato

Diffamazione e odio razziale verso la Kyenge: Calderoli indagato

Italian legislative simplification minisIl caso Kyenge finisce in tribunale: l’ex ministro del Governo Berlusconi, Roberto Calderoli è indagato dalla procura di Bergamo per diffamazione aggravata dall’odio razziale. Il procedimento è stato aperto dopo le parole pronunciate sabato sera dall’esponente della Lega Nord dal palco della «Festa de Trei’» a Treviglio, nella Bassa Bergamasca, contro il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge. Il paragone con un orango, costa a Calderoli l’iscrizione nel registro degli indagati dopo un esposto del Codacons, integrato da una relazione di servizio del commissariato di Treviglio che conteneva la trascrizione del discorso di Calderoli. “Si tratta di un reato di opinione in capo a un senatore della Repubblica e quindi andrà valutato molto attentamente”, ha dichiarato il procuratore di Bergamo Francesco Dettori.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Loading...

Altre Storie

Bodybuilder in ospedale con il pene incastrato nei manubri del bilanciere, arrivano i vigili del fuoco a liberarlo

Un culturista abitante della Germania si è trovata ad affrontare uno spiacevole inconveniente a dir …

One comment

  1. Piccolo Scrivano Malandrino

    Incriminiamo Calderoli per odio razziale, se l’è cercata.
    Poi però incriminiamo i criminali più incalliti, per induzione reiterata al suicidio, disastro procurato, distrazione di risorse, ecc.:
    MONTI,
    FORNERO,
    BERLUSCONI,
    TREMONTI,
    PRODI,
    D’ALEMA,
    CIAMPI,
    BEFERA,
    ENRICO LETTA, e un po’ di altri loschi figuri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *