Home » Lavoro & Schiavitù » Disoccupazione record a marzo: 13%, male anche quella giovanile

Disoccupazione record a marzo: 13%, male anche quella giovanile

La disoccupazione torna a salire nel mese di marzo 2015: 13% con un +0,2% rispetto a febbraio. Lo confermano i dati provvisori Istat, che si sofferma sul fatto che il tasso di disoccupazione sia tornato a salire dopo i cali di dicembre 2014 e gennaio 2015. Si tratta del dato più alto dal novembre 2014 (13,2%) ad oggi. Preoccupante la disoccupazione giovanile che dal 42,8% di febbraio tocca quota 42,8%, ossia il livello più alto da agosto 2014 ad oggi.

Dopo la diminuzione di febbraio, continuano a calare anche gli occupati: -0,3% con 59mila posti di lavoro in meno, tornando ai livelli di aprile 2014. Rispetto a marzo 2014 gli occupati sono -70mila. A marzo le persone in cerca di occupazione sono 3,302 milioni, ovvero +1,6% rispetto al mese di febbraio. Peggio dell’Italia solo Grecia, Spagna e Croazia. Stabile la forza lavoro che si posiziona a 25,497 milioni di unità.

Caricamento in corso ...

Altre Storie

Dieta mediterranea può prevenire il cancro: ecco perché

Che lo stile alimentare rappresenti un fattore fondamentale per vivere a lungo è assodato. Ma …

One comment

  1. e per forza gli sfasciacarrozze stanno ancora lì !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *