Home » Economia & Caste » Disoccupazione record: l’Italia come nel 1977

Disoccupazione record: l’Italia come nel 1977

BELGIUM-EU-BARROSO-LETTAMentre gli italiani attendono ancora che PD, PDL e Monti si mettano d’accordo per fare la prima legge del Governo Letta, fin qui totalmente immobile davanti ai problemi degli italiani, la disoccupazioni raggiunge il record nel primo trimestre del 2013: secondo l’Istat il tasso ha raggiunto il 12,8% (+1,8 punti percentuali rispetto a un anno prima), il livello più alto dal 1977 ad oggi. Numeri più che preoccupanti, ma che pare non tangano per nulla il governo del pensiero unico, impegnato a portare in aula condoni, leggi ad personam per bloccare i processi di Berlusconi e distribuire poltrone a destra e a manca.

Il tasso di disoccupazione maschile cresce per il sesto trimestre consecutivo portandosi all’11,9%; quello femminile, in aumento per l’ottavo trimestre, sale al 13,9%. Nel Nord l’indicatore passa dal 7,6% del primo trimestre 2012 all’attuale 9,2%, nel Centro dal 9,6% all’11,3%. Nel Mezzogiorno l’indicatore raggiunge il 20,1% (era il 17,7% nel primo trimestre 2012). Situazione drammatica tra i giovani: tra i ragazzi tra 15 e 24 anni la disoccupazione ha raggiunto il 41,9% (era il 35,9% nel primo trimestre 2012) nel primo trimestre del 2013.

Inoltre, l’Istat segnala un calo degli occupati a tempo pieno del 3,4%, pari a -645.000 unità rispetto al primo trimestre 2012, che in circa metà dei casi riguarda i dipendenti a tempo indeterminato (-2,8%, pari a -347.000 unità). Gli occupati a tempo parziale continuano ad aumentare in misura sostenuta (6,2%, pari a +235.000 unità), ma la crescita riguarda solo il part time involontario.

Fonte: Cadoinpiedi – dati Istat

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Loading...

Altre Storie

Bodybuilder in ospedale con il pene incastrato nei manubri del bilanciere, arrivano i vigili del fuoco a liberarlo

Un culturista abitante della Germania si è trovata ad affrontare uno spiacevole inconveniente a dir …

One comment

  1. Zoff Gentile Cabrini

    I matrimoni gay, le adozioni, i risultati delle comunali, e Rodotà, e cosa farà Renzi…..
    Oh politicanti lazzaroni, le aziende falliscono e la gente perde il lavoro !
    Basta cazzate, bisogna abbassare le tasse e facilitare gli investimenti !
    Domani mattina, non fra un mese o sei mesi o dodici.
    Coglioni !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *