Home » Varie & Avariate » Disturbi alimentari, Giornata nazionale del fiocchetto lilla

Disturbi alimentari, Giornata nazionale del fiocchetto lilla

Martedì 15 marzo l’Italia celebra la quinta “Giornata del Fiocchetto lilla” sul delicato tema dei disturbi del comportamento alimentare.

Un’occasione, la giornata di oggi, per far comprendere ai ragazzi (e soprattutto le ragazze) affetti da disturbi alimentari e ai genitori che uscirne si può, ma solo se insieme si prende consapevolezza della necessità di una stretta collaborazione anche con psicologi, nutrizionisti o specialisti in medicina interna.

L’iniziativa è nata da un padre che a Marzo del 2011 ha visto morire la propria figlia di bulimiaall’età di 17 anni e che, come Presidente dell’Associazione “Mi nutro di vita” di Genova, ha dato vita alla Giornata Nazionale del “Fiocchetto Lilla”, simbolo della delicata fragilità di questa condizione giovanile.

Le cause dei disturbi del comportamento alimentare non sono ben definite e certamente non univoche, ma multifattoriali, comprendenti cioè tanto fattori psicologici che biologici.

I disturbi del comportamento alimentare possono compromettere seriamente la salute di tutti gli organi e apparati del corpo (cardiovascolare, gastrointestinale, endocrino, ematologico, scheletrico, sistema nervoso centrale, dermatologico ecc.) e portare a morte. I casi di bulimianervosa sono circa il 5% e tutti gli altri disturbi del comportamento alimentare il 6%. Tuttavia, questo aumento non è confermato da sufficiente evidenza (mancano in particolare studi prospettici).

L’iniziativa a Parma e provincia è patrocinata dell’Assessorato alle Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna, da Azienda Usl e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, dai Comuni di Parma, Borgo Val di Taro, Fidenza, Fontanellato, Noceto, Pellegrino Parmense, Sala Baganza, che aderiscono alla campagna nazionale “Coloriamoci di Lilla” illuminando una fontana o un monumento comunale. A Roma si terrà un incontro al Comprensorio di Santa Maria della Pietà, dalle 14.00 alle 18.30 a cui interverranno rappresentati di istituzioni e organizzazioni Onlus.

Loading...

Altre Storie

“Ho preso una sigaretta da un alieno”: Cannabis shock, bambino ricoverato grave intossicazione

E’ accaduto a Milano, dove un bambino di 7 anni è risultato intossicato dalla cannabis. La notizia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *