Home » Politica & Feudalesimo » E Santoro trasformò quel furfante di Venturino in martire a 5 stelle

E Santoro trasformò quel furfante di Venturino in martire a 5 stelle

venturino-antonio-servizio-pubblicoIn un periodo di grave crisi economica come quello in cui viviamo, è nata una nuova professione: il martire a 5 stelle. Chi è costui? Si tratta, in genere, di una persona praticamente sconosciuta, se si escludono i parenti, gli amici e qualcun altro. Una persona senza un lavoro, oppure precaria, oppure con un normale stipendio intorno ai mille euro al mese. Una persona che odia la casta politica e che ammira Beppe Grillo. Quest’individuo, a un certo punto della propria esistenza, decide che della casta politica non ne può più e si getta nella mischia, cioè si candida. Fa comizi, si scaglia contro la corruzione e il privilegio. Profittando del nome di Beppe Grillo, riesce a farsi eleggere. Chi in parlamento, chi nei consigli regionali. Le regole del Movimento 5 Stelle, che il martire ha sottoscritto, sono chiarissime. Lo stipendio non deve superare i 2.500 euro netti più rimborsi spese. Spese che vanno rigorosamente documentate. Perché ciò che rimane deve tornare indietro.

Tutto chiaro, coerente, condivisibile. Anzi no. Perché una volta dentro il palazzo, il martire a 5 stelle cambia clamorosamente e radicalmente idea! 2500 euro al mese più i rimborsi – soldi che l’italiano medio non vede nemmeno col binocolo! – non bastano più! “Io sono un parlamentare, sono un consigliere regionale”, pensa il martire, “mica posso guadagnare soltanto il doppio di un normale cittadino! Mica posso spiegare euro per euro come spendo i soldi pubblici! E che diamine: la campagna elettorale è una cosa, la vita dentro il palazzo è un’altra roba!”

Che fa, dunque, il martire di professione, che nel frattempo ha imparato anche il politichese della Prima Repubblica? Inizia a blaterare che non è d’accordo con la linea del Movimento, che rendicontare le spese è demagogia, che un conto sono le promesse e un conto è la realtà, e bla-bla-bla.

Loading...

Altre Storie

Napoli shock: Muore paziente, parenti scatenano rissa calci e pugni a infermiere e vigilantes

Quattro infermieri, due medici e un vigilante sono stati aggrediti ieripomeriggio al pronto soccorso dell’ospedale …

2 comments

  1. “martire a 5 s”??? secondo me gli ha fatto solo fare la figura da c…

  2. Zoff Gentile Cabrini

    “Piatto ricco, mi ci ficco”.
    e poi:
    “Chi va al mulino s’infarina”.
    Ma anche:
    “Franza o Spagna, purché se magna”.

    Già: certi soggetti andrebbero con qualsiasi partito, pur di magnare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *